Facebook: nuova Q&A con Mark Zuckerberg inerente Oculus e i libri

Si è tenuta una nuova sessione di Q&A di Facebook dove Mark Zuckerberg ha risposto alle domande degli utenti inerenti Oculus, i libri, il suo cane, il trasferimento di soldi e tanto altro ancora.

Mark Zuckerberg a Panama

Facebook - Su Facebook si è tenuta nelle scorse ore una nuova sessione di Q&A con Mark Zuckerberg: qui come al solito il CEO del social network blu ha risposto alle domande degli utenti (anche utenti illustri a volte). Diciamo che si è parlato un po' di tutto quello che sta accadendo negli ultimi tempi su Facebook, quindi ci sono state domande relative a Oculus, ai trasferimenti di soldi, ai libri che Mark legge per il suo proposito annuale, alla sua settimana lavorativa. E anche al suo cane, perché si sa, cani e gattini su Facebook piacciono un sacco.

Facebook: Mark Zuckerberg risponde nella nuova sessione di Q&A


For the next hour, I’ll be answering your questions here on Facebook about whatever’s on your mind. We’ve held a few...

Posted by Mark Zuckerberg on Martedì 14 aprile 2015

Tantissime le domande che sono state fatte durante questa nuova sessione di Q&A di Facebook, riportiamo solamente alcune delle risposte fornite nel post. Qualcuno ha chiesto a Mark Zuckerberg cosa ci vuole per essere il CEO di Facebook e la risposta è stata chiara: un orario lavorativo di 50-60 ore a settimana. Le domande in realtà poi variavano parecchio, Facebook ha parecchi progetti in cantiere, quindi si è parlato anche della sicurezza e delle modalità di trasferimento dei soldi via Facebook e di come potrebbe venire utilizzato Oculus.

Ovviamente non sono mancate foto del cane di Mark Zuckerberg, mentre alcuni utenti hanno colto l'occasione per chiedere a Mark un posto di lavoro, al che Zuckerberg ha linkato un articolo inerente Facebook Careers. Interessante poi che celebrità come Shakira e Richard Brenson, entrambi con account verificati, abbiano posto a Mark domande inerenti la tecnologia e il suo ruolo nelle zone del mondo meno sviluppate. Ovviamente in questo caso Zuckerberg ha parlato della sua idea di portare la connettività e la tecnologia ovunque in modo da dare a tutti l'opportunità di usare la tecnologia e di venire a conoscenza delle cose che interessano maggiormente.

Per quanto riguarda i benefici di una connettività globale, Zuckerberg non ha dubbi: riguardano l'ambito dell'educazione, della salute, dell'informazione e del lavoro. Poi sono arrivate anche domande più personali, come quella relativa alle ore lavorative settimanali del CEO. Mark ha sottolineato che è difficile quantificare il tempo, in quanto il suo tempo lavorativo non è intesto nel senso classico del tempo: non trascorre molto tempo in ufficio come magari fa un qualsiasi altro lavoratore, ma buona parte del suo tempo è speso nel pensare a nuovi modi per connettere il mondo, meditare su nuove tecnologie, leggere e via dicendo. Insomma, un po' come il lavoro del blogger: difficile quantificarlo in quanto non si tratta solamente del tempo speso per scrivere materialmente l'articolo, ma anche del tempo speso a cercare in rete cosa scrivere, valutare gli aggiornamenti, pensare a cosa scrivere e via dicendo.

Qualcuno poi gli ha chiesto dove fossero le promesse foto di Beast, il suo cane e Zuckerberg ha ammesso che deve trovare il tempo per pubblicarle. Salvo poi aggiungere una foto del cane. Per quanto riguarda gli interessi di lettura, il CEO ha ammesso che legge soprattutto libri che non sono romanzi, anche se ogni tanto gli capita di leggere anche questi. Poi ha spiegato che il trucco per imparare il Mandarino è stato fare molta pratica.

Ci sono anche stati post di ringraziamento di persone che grazie a Facebook hanno ritrovato il loro perduto amore, mentre per quanto riguarda Oculus ha parlato di dare la possibilità di viaggiare virtualmente anche a chi non può farlo fisicamente. E infine qualcuno gli ha chiesto anche un pulsante Sarcasmo, chissà che non venga inserito prima o poi?

Via | Mashable

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail