Facebook: causa legale negli Usa per il riconoscimento facciale

A quanto pare Facebook avrebbe una causa in corso per via del suo software di riconoscimento facciale. Vediamo di cosa si tratta.

Facebook - Ancora guai legali per Mark Zuckerberg. A quanto pare Facebook è impegolato in una causa relativa al modo in cui utilizza i dati per la sua feature di riconoscimento facciale. Un uomo dell'Illinois sostiene che Facebook sia andato contro la legge raccogliendo dati biometrici utilizzati per la funzione di suggerimento dei tag del social network. Secondo il rapporto in questione Facebook starebbe "segretamente accumulando il più grande database privato al mondo di dati biometrici dei consumatori". Ok, forse ha ragione, ma mi sembra eccessivo accusare Facebook con questi toni da complotto, anzi, "gomblotto" mondiale.

Facebook: guai legali per il riconoscimento facciale?


Facebook facce

L'uomo in questione si chiama Carlo Licata e ha presentato la causa alla Cook County Circuit Court dell'Illinois solamente la scorsa settimana. L'uomo sostiene di non aver mai dato il suo permesso a Facebook per raccogliere o memorizzare dati biometrici, né è stata notificata o data la possibilità di vietare o impedire di farlo. Questo almeno secondo quanto riportato dal Chicago Tribune che ha diramato la notizia.

Dal canto suo un portavoce di Facebook ha affermato che la querela di Licata è "senza merito" e che la società prevede di "difendersi vigorosamente". Ricordiamo come Facebook abbia introdotto i suggerimenti nei tag già nel 2010, con il solo scopo di rendere la procedura di tagging più veloce e funzionale. In pratica la feature suggerisce automaticamente i tag per i volti delle persone che sono fra i nostri amici.

A dire il vero Facebook fornisce un sistema affinché gli utenti possano disattivare questa funzionalità sulle foto, solo che l'avvocato di Licata, Jay Edelson, afferma che non sia abbastanza: "Se si cambia l'impostazione della privacy, non cambia nulla in quanto Facebook ha già i suoi dati e li tiene memorizzati. Non esiste un pulsante Elimina".

E tutto questo accade proprio mentre Facebook sta lavorando ad un nuovo tipo di software per il riconoscimento facciale chiamato DeepFace, il quale potrebbe aumentare il livello di precisione per quanto riguarda per l'appunto il riconoscimento facciale. Sarà contento Licata!

Via | Mashable

Foto | gabrielahpaulin

  • shares
  • Mail