Stephen Rout : essere protagonisti di un meme internet

Stephen Rout Aka San

Un sorriso che ispira simpatia e tenerezza, in una di quelle foto che fanno i genitori di tutto il mondo. Stephen Rout oggi ha 10 anni ed abita in Florida. Nel 2000 il papà pubblicò l'immagine del figlio di cinque mesi sul proprio sito, senza immaginare quanto sarebbe accaduto. Anzi, diciamo che non si è accorto di nulla fino al mese scorso, quando ha trovato in rete l'immagine di Stephen con una strana cornice di scritte in giapponese. Cos'era successo? Senza che nessuno della famiglia ne fosse a conoscenza, il figlio è stato protagonista di un meme internet.

Cos'è un meme internet? E' difficile trovare una definizione esatta, ma ci proviamo. Si tratta di informazioni che viaggiano in rete alla velocità con la quale vengono condivise. Qualcosa di simile alle catene di Sant'Antonio, ma senza la scure della sfortuna incombente. Generalmente si tratta di immagini, video, barzellette o frasi celebri. Pare non esista una ragione logica nel modo in cui circolano. Chi riceve il meme e lo trova divertente, decide di inviarlo ai propri contatti i quali a loro volta possono redistribuire il meme oppure fermarlo. Online University ha pubblicato un'infografica sui meme [link non più disponibile] : sono sicuro che qualcuno dei soggetti li avrete visti almeno una volta.

Torniamo alla storia di Stephen Rout, raccontata anche dal New York Times. Lo scorso mese suo papà Allen stava effettuando una ricerca su Google inserendo il proprio nome e cognome: il classico passatempo per controllare la propria reputazione online. E' stato solo a quel punto che si è reso conto di quanto era accaduto negli scorsi anni. La foto del figlio era stata scaricata, modificata ed ripubblicata in rete fino a diventare, appunto, un meme.

Stephen Rout Aka San
Stephen Rout Aka San
Stephen Rout Aka San
Stephen Rout Aka San


Nella reinterpretazione della foto di Stephen c'è un po' di tutto, anche se spiccano le immagini-fumetto in giapponese. C'è comunque Stephen sul monte Rushmore, Stephen ritratto al posto di Kurt Cobain, Stephen come tatuaggio di Davis Beckham, Stephen come sole al termine di un video, ma anche Stephen protagonista di un gioco 8-bit ed un inquietante Stephen modellino in 3D.

Come siano andate le cose, lo ha svelato Knowyourmeme.com. La fotografia è stata caricata nel 2004 su 2chan.net conosciuto anche Futaba Channel, padre "spirituale" del più noto 4chan.org. Il successo in Giappone è stato rapido ed incontrollato, tanto da farla diventare una vera e propria icona usata anche in tv.

Cosa ne dice Allen Rout, esperto in information technology all'Università della Florida? Praticamente nulla. Allen sa benissimo come funzionano le cose su internet, ed anche se fosse contrariato dall'uso fatto delle foto del figlio, non potrebbe fermarlo. D'altra parte riconosce che il meme coinvolge la foto di Stephen, non Stephen personalmente. Una precisazione non da poco, visto che il bambino non ha mai sofferto o avuto problemi proprio per questo motivo.

Tutt'altra storia quella capitata all'allora quindicenne canadese Ghyslain Raza, protagonista del meme "Star Wars Kid". Dovette lasciare la scuola per lo stress e ricevere cure di uno psicologo mentre i genitori fecero causa alle famiglie dei compagni che avevano caricato su Youtube il filmato. Tipica storia americana invece quella di David Lavore, il bimbo un po' "stranito" dopo una anestesia dentale. Dopo aver scoperto di essere diventati un meme, la famiglia Lavore ha dichiarato di aver incassato 150.000 dollari tramite le pubblicità su Youtube, vendeo ancora gadgets relativi all'episodio e pare che da quelle parti siano felici così.

Stephen Rout dichiara di essere sorpreso e stupito, ma nulla di più. La prende in maniera serafica, un po' come il padre. Tutto bene quello che finisce bene, a quanto pare...

Stephen Rout Aka San
Stephen Rout Aka San
Stephen Rout Aka San
Stephen Rout Aka San
Stephen Rout Aka San

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: