Renato Brunetta: 8.000 PIN ai medici per i certificati digitali

Certificato MedicoNon c'è soltanto la posta elettronica certificata nei progetti del Governo. Benché la CEC-PAC sia stata attivata a circa la metà dei cittadini che ne hanno fatto richiesta, il Ministro non ha esaurito le risorse per il Paese: la novità è costituita dai certificati medici digitali. Questi sono già disponibili in Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Toscana ed Emilia Romagna grazie alla Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Nel resto d'Italia la media della copertura regionale è del 75%. Dal 27 agosto al 3 settembre sono stati distribuiti altri 8.000 PIN e in tutto il 60% dei medici di famiglia è in possesso delle credenziali per accedere al servizio. Come per la PEC, anche riguardo ai certificati digitali non mancano le polemiche: il servizio non è molto sfruttato e la causa principale è la disinformazione di cittadini e operatori.

Considerando l'importanza dei certificati digitali, è opportuno informarsi presso il proprio medico di famiglia per sapere se il servizio è disponibile. La trasmissione telematica dei certificati medici è un grande passo verso la digitalizzazione della PA e sarebbe un peccato non usufruirne. In molti casi è sufficiente chiedere di potersi avvalere di questo servizio per potervi accedere: provare non costa nulla.

Via | Renato Brunetta

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: