LinkedIn diventerà il prossimo colosso dei media?

Sarà LinkedIn il prossimo colosso dei media? Difficile fare un pronostico, però ecco alcuni dati interessanti.

LinkedIn - Che LinkedIn sia in procinto di diventare il prossimo gigante dei social media? Da quando LinkedIn ha deciso di introdurre Pulse, ecco che ha fatto un grosso balzo in avanti. L'accoppiata fra LinkedIn e Pulse, infatti, sta cambiando notevolmente il panorama dei media. Facciamo qualche semplice considerazione. LinkedIn ha più di 330 milioni di iscritti, il che vuol dire un potenziale di più di 330 milioni di autori e altrettanti di lettori. Nemmeno i più grandi e blasonati siti di media online hanno tutti questi autori potenziali e lettori. Questo significa anche che LinkedIn sembra essere pronto per una crescita esplosiva nella distribuzione dei contenuti, il che vorrebbe dire diventare anche uno dei principali media player. O almeno un grande distributore.

LinkedIn dominerà il mercato dei media?


LinkedIn media

Secondo quanto rivelato da Ramblings Expanded ci sono almeno 30.000 nuovi long-form post a settimana. Gli utenti che hanno pubblicato almeno un long-form post hanno una media di 1.049 connessioni. Ma il fatto è che gli utenti stanno rendendo visibili i loro post al di là delle loro connessioni, si espandono anche ai gruppi. E su LinkedIn ci sono più di 2.1 milioni di gruppi, con 8.000 nuovi gruppi settimanali e molti di questi gruppi hanno tantissimi membri iscritti.

Questi sviluppi fanno parte dell'evoluzione a lungo termine pianificata da LinkedIn. Negli ultimi anni LinkedIn ha deciso di diventare un importante mezzo di comunicazione, anche se inizialmente sembrava che l'unico scopo del social network del cerca/trova lavoro fosse quello di dare agli utenti più motivi per trascorrere più tempo sulla piattaforma. Pensiamoci bene: quando si perde il lavoro, si ottiene una promozione, si cerca nuovo personale è normale passare più tempo su LinkedIn. Ma quando il nostro lavoro e la nostra carriera filano lisci come l'olio, ecco che una visitina a LinkedIn potrebbe non essere in cima ai nostri pensieri.

Questo era un bel problema per il social network, il che ha spinto LinkedIn a guardare piattaforme come Facebook per capire come convincere gli utenti a visitare più spesso i loro profili, magari anche più volte al giorno. Ecco che allora durante la primavera 2011 arriva LinkedIn Today, con l'intenzione di fornire informazioni agli utenti in modo da invogliarli a stare sul social network. Ecco che poi a distanza di un anno arrivail programma Influencer, con partecipazione di personaggi come il presidente Barack Obama, Richard Branson, Deepak Chopra, Arianna Huffington e Jack Welch.

Ecco che adesso tutti questi sforzi potrebbero trasformare LinkedIn in una potenza dei media, ma sarà davvero così? LinkedIn ha davvero tutte queste potenzialità?

Via | Forbes

Foto | 4everyoung

  • shares
  • Mail