Google Science Fair, l'iniziativa educational per i giovani scienziati

Google fa competere gli scienziati in erba, in palio viaggi, borse di studio e un tour del nuovo veicolo spaziale di Virgin.

Se guardate la home di Google di oggi noterete un piccolo link: Google Science Fair, un’iniziativa di Mountain View che ha aperto le porte il 19 febbraio e che ha raggiunto il proprio quinto anno consecutivo.

La “Science Fair” è un fenomeno tipicamente americano che tutti abbiamo visto nei loro film e telefilm: le scuole statunitensi hanno l’abitudine di creare eventi in cui gli studenti con il pallino per la scienza mettono in mostra i propri progetti di ricerca, e vengono premiati in base al valore della stessa e all’interesse suscitato negli astanti.

L’iniziativa di Google va decisamente ben oltre la palestra del liceo di Smallville, e coinvolge anche Lego Education, National Geographic, Scientific American e Virgin Galactic: tutti gli studenti tra i 13 ed i 18 anni sono invitati a partecipare, indipendentemente dal proprio paese di origine. Ci sono parecchie categorie, e i premi consistono in viaggi in località remote, borse di studio fino a $100.000 e persino un tour del futuro veicolo spaziale di Virgin. Le borse di studio possono decisamente cambiare la vita di un giovane studente di un paese qualsiasi, anche quelli statunitensi che vengono strangolati sistematicamente dalle tasse universitarie, ma i viaggi come quelli offerti da Google sono roba che fai una volta nella vita.

Se siete giovani e particolarmente intelligenti, questo è il tipo di concorso che fa per voi. Abbiate però coscienza del tipo di competizione in cui vi state cacciando: gli anni scorsi hanno vinto torce elettriche che traevano energia dal sistema corporeo e un sistema di tecnologia indossabile che dava sostegno alle attività giornaliere degli anziani.

Il nostro mondo ha bisogno di più scienziati, in particolare di ragazze, che per qualche ragione hanno perso una generazione o due di scienziate, rivolgendosi piuttosto ad altre specializzazioni. Il progetto di Google è solo una goccia nel mare di una domanda crescente di persone in grado di qualificarsi e di far lavorare il cervello.

  • shares
  • Mail