Twitter lancerà il tool Answers come un'app stand alone

A quanto pare il tool Answers di Twitter diventerà un'app stand alone: ecco spiegato il perché di questa decisione.

Twitter - Piccole novità nel mondo del social network cinguettante: Twitter ha deciso di lanciare il suo tool analitico Answers sotto forma di app stand alone. Praticamente Twitter ha annunciato di aver deciso di trasformare il suo strumento per analisi mobile Answers (facente parte del servizio Crashlytics) in un'app stand alone separata, sottolineando come ogni giorni vanti cinque miliardi di sessioni in tempo reale. Ma a cosa serve effettivamente Answers? E soprattutto: anche Twitter ha preso la mania di Facebook di lanciare app stand alone a destra e a manca? Ricordo come Facebook abbia appena ipotizzato la creazione di app stand alone dedicate alla realtà virtuale.

Twitter Answers diventa un'app stand alone


Twitter Analytics

Al momento attuale Twitter usa queste sessioni su Answers e le propone nella dashboard di Crashlytics in modo da tenere informati gli sviluppatori su cosa funziona e cosa non funziona, lo dice il nome stesso: qui possono visualizzare i crash o arresti di sistema anomali delle loro applicazioni. Al momento però tutto ciò è disponibile solamente per gli sviluppatori.

Tuttavia rendendo il tool Answers un'app stand alone, anche tutti gli altri membri del team potranno approfittare dei suoi servigi. L'idea dietro a questa app stand alone disponibile per tutti è che facendo girare il prodotto anche al di là del gruppo di sviluppatori, si possano mettere a disposizione i dati anche per altre persone della società che magari vogliono sapere come sta funzionando un'app per iOS o Android nel mondo reale, senza dover disturbare tutti gli altri.

In un post Twitter ha così commentato: "Il nostro obiettivo per Answers è quello di creare una dashboard che vi permetta di capire in maniera semplice perché la vostra base di utenti sia morta, in modo che possiate trascorrere il vostro tempo a creare esperienze incredibili e non a scavare attraverso i dati". Il che se ci pensiamo bene è utile: se ho dei problemi su un prodotto, è meglio che ci sia qualcuno come Answers che mi dice subito perché e come ci sia stato un crash, in questo modo non perdo tempo a cercare il perché e il come, ma posso utilizzare questo tempo risparmiato per cercare una risoluzione al problema o creare altro. In secondo luogo, questa è anche una testimonianza di come Twitter sia sempre di più dalla parte degli sviluppatori.

Via | The Next Web

Foto | Screenshot da Answers

  • shares
  • Mail