Il Google Doodle di oggi: Festa di San Valentino

Google celebra il San Valentino con una serie di animazioni pucciose e simpaticissime.

Google ci augura un buon San Valentino con una serie di animazioni piuttosto dolci e decisamente riferibili alla vita di tutti i giorni. In cosa consistono? Un esempio: ci sono le due “O” di Google che stanno battendo al loro portatile, ma solo la O rossa ha la batteria per continuare, e la O gialla è in crisi… Nessuna paura, perché il loro rapporto è più forte di questa tremenda crisi: la O rossa passa il cavo USB all’amata lettera, e tutto si risolve per il meglio.

Ci sono situazioni similari, con uno scambio di messaggi su smartphone e un ascolto condiviso da un solo paio di cuffie. Le abbiamo fatte tutti, vero? Beh... Almeno quelli di noi che hanno, o hanno avuto, un partner. Come direbbe Internet: “Still a better love story than Twilight!”. Come al solito possiamo condividere l’animazione sui social media con il tasto dei link.

Cliccando sul Doodle si viene portati alla pagina di ricerca della Festa di San Valentino, con le notizie correlate e - poco più sotto - link a Wikipedia, che come al solito ci spiega le origini di questa festività simpatica ma da sempre criticata come “commerciale”.

Secondo l’enciclopedia, infatti, la festa prende il posto dei romani Lupercalia, ma la tradizione romantica e amorosa è relativamente antica per la nostra cultura, e ruota attorno al principio dell’Amor Cortese tanto caro alle menti trecentesche. Questa idea si fonde bene con quella delle celebrazioni della primavera, da sempre presenti nelle culture contadine.

San Valentino è una ricorrenza molto diffusa nel mondo, e non necessariamente solo nei paesi cristiani. In Asia, e in particolare in Giappone, ci sono moltissimi appassionati di questa festa, e soprattutto del concetto di regalare biglietti e cioccolatini a qualche persona speciale. Cosa non si inventano gli esseri umani allo scopo di rompere il ghiaccio?

  • shares
  • Mail