Windows RT, cronaca di una morte annunciata

Microsoft conferma di non produrre più Surface 2, e il sistema Windows RT è morto assieme all'ibrido tablet/ultrabook.

Next Generation Of Microsoft Surface Tablets Go On Sale

Il mondo si è evoluto in una maniera piuttosto differente da quanto non avesse previsto la Microsoft di Ballmer, che ai tempi di Windows 8 ha creato anche Windows RT, un sistema operativo molto simile, ma dedicato ai processori tipo ARM.

Inutile dire che tanto i Surface RT originari quanto gli altri tablet con RT si sono rivelati essere dei binari morti, mentre Windows 10, il futuro del sistema operativo Microsoft, sta puntando a diventare una piattaforma capace di spaziare da un potente PC fisso fino a un umile Raspberry Pi 2.

Le idee e i progetti di Windows 8 sono costati molto a Microsoft, perché si trattava di esperimenti, di prodotti destinati a scontrarsi con un mercato in evoluzione e perire inesorabilmente se le condizioni si fossero rivelate inadatte al loro sviluppo - e tutti i timori si sono rivelati corretti. Il Surface RT è costato un miliardo di dollari e probabilmente la “testa” di Steve Ballmer, e oggi - per quanto ancora supportato - è quasi un pezzo di modernariato.


Il suo design viene definito perfetto e meticoloso - anche se in realtà è stato decisamente migliorato nelle generazioni successive. Di sicuro nessuno voleva davvero questo tablet/ultrabook, perché imponeva solo sacrifici senza restituire nulla in cambio.

Oggi sappiamo che Microsoft non produce più il Surface 2, né una Nokia ormai costola di Redmond la sua variante di tablet. Windows RT è ufficialmente morto, ma tutto quello che aveva di buono è stato assorbito ed evoluto e sarà riproposto al meglio da Windows 10.

Poteva Microsoft passare a una piattaforma condivisa senza confondere gli utenti, confondere se stessa e sprecare mille milioni di dollari con un Windows separato, mutilato e confinato a pochi device? Onestamente oggi non sono in grado di rispondere a questa domanda, ma il futuro di Windows oggi pare molto più comprensibile di quanto non sia mai stato il suo presente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail