Facebook, Twitter, cellulari e portatili: il texting compulsivo

sms, facebook, twitter

Ammettiamolo: col passare del tempo si "rischia" di diventare sempre più affetti da texting compulsivo. Su Reddit si è aperta una lunga discussione, con diversi pareri, sull'abitudine di non dare sufficiente attenzione a qualcuno, perchè impegnati a fare altro con iPhone, cellulari, portatili e videogiochi: una ragazza che ammette che il suo fidanzato la lascia sul divano, come un cuscino, mentre lui gioca alla Nintendo, una madre che permette al figlio di giocare con il Gameboy a tavola. E poi quelli che annuiscono e fingono di ascoltarti, mentre con le dita della mano digitano, forsennati, i tasti per mandare sms come piovesse.

Ma non è un'accusa: probabilmente la tecnologia è entrata così tanto nelle nostre esistenze, nelle vite di ciascuno di noi, da non renderci nemmeno conto di essere arrivati a suddividere l'attenzione tra più fattori: una collega che ti parla, un occhio sullo schermo del pc e vedere perchè il cellulare improvvisamente vibra.

Partendo dal fatto che lasciare i figli a casa con la Ds mentre esci a cena con amici non è un esempio da seguire (ma accade...), analizzando le vostre abitudini, a che punto siete? Sapete suddividere spazio e tempo per ogni cosa? Parlate e spiegate una cosa al vostro amico mentre state aggiornando il vostro status di Facebook o Twitter? Se nel leggere questo post avete già organizzato il weekend con amici, al telefono, forse la risposta la conoscete già...

Foto | TarahDawdy

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: