Dropbox ha acquisito Pixelapse, grandi acquisti in poco tempo

Dropbox ha acquisito Pixelapse: un altro colpaccio per l'azienda

dropbox e pixelapse

Quella di Dropbox è una vera corsa verso il successo, visto che l'azienda è riuscita a portare a termine la seconda acquisizione nel giro di pochissimo tempo: ricordiamo, infatti, che ha acquistato già CloudOn, società israeliana che non ha certo bisogno di presentazioni. Oggi, invece, è stata la volta di Pixelapse, anche se non sono stati comunicati i termini dell'operazione, quindi né la somma versata da Dropbox né i contenuti dell'accordo: fatto sta che l'acquisizione è avvenuta e Pixelapse oggi è a tutti gli effetti, almeno in linea di massima, sotto il controllo dell'azienda.

Per chi non ne fosse a conoscenza, ricordiamo che Pixelapse è stata fondata nel 2011 da Min Ming e Shravan Reddy: il servizio permette agli utenti di controllare e gestire progetti di grafica sia su Windows sia su Mac, oltre che di lavorare su cinquanta formati di file differenti: la compatibilità con gran parte delle applicazioni Web, da Photoshop a Sketch, è insomma garantita. Ma non è finita qui: Pixelapse consente pure di formare dei team di collaborazione per lavorare su uno stesso file, offrendo ai componenti del gruppo possibilità di annotazione e di confronto.

Si tratta di un buon investimento da parte del team Dropbox, che, però, non complicherà la vita degli utenti: Pixelapse ha infatti assicurato che il servizio non cambierà per tutto il 2015 e che, solo quando i lavori di fusione saranno completati, avverrà la migrazione sugli account Dropbox. Staremo a vedere a quali risultati porterà tale collaborazione.

Via | Tech Crunch

  • shares
  • Mail