Facebook Lite: la versione definitiva dell'app per i Paesi in via di sviluppo

Facebook Lite è un'applicazione che "pesa" appena meno di 1MB, disegnata per lavorare su reti 2G.

facebook-lite

Aggiornamento del 5 giugno 2015.

Dopo avercene già dato un antipasto qualche tempo fa, Facebook ha pubblicato la versione ridotta della sua app mobile, chiamata Facebook Lite. Si tratta di un'applicazione slegata da quella disponibile in precedenza, dedicata espressamente ai Paesi in via di sviluppo dove le connessioni a Internet non possono garantire la banda solitamente richiesta.

Facebook Lite è leggera a partire dalle sue stesse dimensioni, pari a meno di 1MB, con le quali il social network spera di raggiungere anche altre aree di Africa, Asia e Sudamerica dopo il lancio in fase di test avvenuto in Bangladesh, Vietnam, Nigeria e Nepal. L'app sarà messa a disposizione durante le prossime settimane, nel resto del mondo.

Naturalmente anche Facebook Lite sarà gratuita come l'applicazione primaria di Facebook, mentre la piattaforma attualmente supportata sembra essere solo Android: nessuna notizia per quanto riguarda altri ecosistemi come quelli di Microsoft o Apple.

Ricordiamo che Facebook Lite fa ricorso a "stratagemmi" per ridurre il consumo della banda, come il download di immagini a qualità ridotta e un design destinato in generale a funzionare in modo efficiente su reti 2G.

Via | Cnet.com

Facebook Lite: la nuova app da 252KB per i Paesi in via di sviluppo


facebook-app-lite

Post originale del 26 gennaio 2015.

Oltre ai suoi sforzi per portare Internet nelle zone della Terra in via di sviluppo, Facebook vuole anche dare loro un modo per usufruire dei suoi servizi, senza costringere le persone a un consumo eccessivo di banda: per farlo, ha pubblicato una nuova versione della propria applicazione, battezzata Facebook Lite.

Si di un'app disponibile per telefoni Android in un ristretto elenco di nazioni, pensata per lavorare con tecnologie Internet arretrate: a partire dalle esigue dimensioni download, pari ad appena 252 kilobyte, ma anche nel design con una progettazione dedicata al funzionamento su reti mobili di tipologia 2G.

Secondo quanto riporta TechCrunch, l'applicazione sarebbe stata lanciata in fase di test durante il weekend, in nazioni dell'Africa e dell'Asia come Bangladesh, Nepal, Nigeria, South Africa, Sudan, Sri Lanka, Vietnam e Zimbabwe, in attesa di maggiori dettagli su una pubblicazione che riguardi un numero maggiore di Paesi in sviluppo.

Il tentativo da parte di Facebook è naturalmente anche destinato a far sì che sempre più persone usino il suo servizio, anche in zone dove finora per limitazioni tecnologiche era proibito: in quest'ottica rientra anche l'iniziativa Internet.org, tramite la quale Mark Zuckerberg e il suo social network vogliono portare la rete e alcuni servizi anche sui dispositivi di chi finora era tagliato fuori da Internet.

Via | Theverge.com

  • shares
  • Mail