Twitter: 5 cose da non fare sul social network

Al posto che andare a vedere cosa fare su Twitter, andiamo a scoprire cinque cose da non fare assolutamente sul social network cinguettante.

Se siamo dei neofiti su Twitter, ci sono alcuni errori di base da non fare. Ne ho scelti cinque per voi, sono quelli più comuni e che si possono facilmente correggere con poche mosse e un po' di buon senso. Il problema nasce quando questi errori vengono commessi da persone più esperte e navigate, coloro che magari stanno su Twitter dai suoi albori e che si presume sappiano come comportarsi sul social network cinguettante. Diciamo che queste abitudini tendono a darmi fastidio, se però ce ne sono altre che a voi non piacciono, segnalatele nei Commenti, così compiliamo una sorta di Netiquette su Twitter.

Lasciare l'avatar a uovo


Twitter avatar uovo

Di default, quando si crea un account su Twitter, ci viene assegnato il classico avatar con l'uovo. Ecco, soprattutto se volete avere un futuro su Twitter, non lasciate che questo uovo vi contraddistingua a vita, dimostrate di avere un minimo di personalità e cambiate l'avatar con uno di vostro gradimento. Non dovete per forza usare una vostra foto, scegliete un'immagine carina e che vi rappresenti e caricatela. Dopo di che, assicuratevi che l'immagine si veda bene o non sia sgranata.

Non scrivere tweet negativi o banali

Può capitare a tutti una giornata storta, magari segnalatela con un tweet sarcastico, ma evitate i tweet troppo negativi o polemici, non piacciono agli altri utenti. Idem dicasi dei tweet banali: dubito che a qualcuno interessi il fatto che state facendo colazione con gallette e succo di frutta, quindi se non volete che gli altri smettano di seguirvi, limitatevi a tweet interessanti e pertinenti. E controllate sempre che non contengano inesattezze o fake clamorosi. Ogni tanto la fretta porta a commettere qualche errore, però più si ricontrolla e meglio è. A questo proposito controllare anche sempre di non condividere tweet provenienti da account fake.

Non esagerare con il numero dei tweet

Direttamente collegato a quanto detto sopra, è il numero di tweet. Se siete dei bravi twitteri, capaci di scrivere arguzie divertenti e interessanti nel limite dei 140 caratteri, allora un discreto numero dei vostri tweet saranno i benvenuti sulla Timeline dei vostri follower. Tuttavia se ancora mancate di questa capacità, evitate di inondare le Timeline altrui con tweet banali e scontati: se al momento non avete nulla da dire, meglio tacere che annoiare gli altri e costringerli a defollowarvi.

Non scrivere nella Bio solo hashtag

Altra cosa molto fastidiosa è l'eccesso di hashtag. Personalmente trovo che mettere diecimila hashtag su un post in qualsiasi social network ci troviamo sia fastidioso. Sceglietene pochi e ben mirati. Idem dicasi anche quando le Bio su Twitter sono rappresentate solamente da hashtag: risultano ridondanti e ridicole. Meglio una breve frase che vi descrive che mille hashtag (che ricordo servono a facilitare la ricerca, non ad abbellire il tweet).

Non riempiamoci di Following

Ricordatevi la regola aurea di Twitter: le persone normali hanno un numero bilanciato di follower e following; le star hanno tantissimi follower e pochi following; gli spammer hanno pochi follower e tanti following. Lo so che soprattutto all'inizio avrete il desiderio di seguire tutto e tutti, vuoi perché magari ci sono mille account interessanti, vuoi nella segreta speranza che qualcuno cominci a seguirti a tua volta. Tuttavia non si fa buona impressione quando c'è un numero sbilanciato fra le due categorie in netto favore dei following. Cercate di aumentarli gradualmente

Foto | Harpinder Galsi

  • shares
  • Mail