Facebook acquisisce la compagnia Wit.ai per il riconoscimento vocale

Che sia in arrivo una versione di Siri di Facebook? A quanto pare il social network ha deciso di acquisire la compagnia Wit.ai dedicata al riconoscimento vocale.

Facebook ha acquisito la compagnia Wit.ai dedicata al riconoscimento vocale. Tempo di shopping, dunque, anche per Mark Zuckerberg. Wit.ai è un'azienda relativamente nuova, nata diciotto mesi fa con sede a Palo Alto: ha realizzato un software capace di capire le parole pronunciate e anche le frasi scritte in linguaggio naturale. In pratica non è solamente in grado di capire precisi comandi, ma anche di interpretare quelli meno convenzionali. Da parte sua Facebook ha già confermato l'accordo, ma come al solito non ha rivelato i dettagli inerenti il prezzo di acquisto o anche solo come questa tecnologia potrà essere integrata nei prodotti già esistenti di Facebook.

Facebook lancerà una sua versione di Siri?


Wit.ai

Diciamo che più che il prezzo, a noi utenti quello che interessa maggiormente è sapere cosa se ne farà Facebook di Wit.ai. Ha a che fare con la precedente acquisizione di Oculus VR? Ma per quanto riguarda Oculus, non c'erano piani a breve termine. Oppure semplicemente Facebook troverà un modo per integrare la tecnologia di Wit.ai nelle sue app già esistenti?

Wit.ai promette ai creatori di applicazioni di riuscire a costruire facilmente un'interfaccia vocale per le loro app e vanta soprattutto l'uso del linguaggio naturale. Dal canto suo Wit.ai rassicura tutti: la piattaforma rimarrà aperta e sarà completamente gratuita per tutti.

Sul suo blog Wt.ai ha così spiegato: "E' un'accelerazione incredibile per quanto riguarda il mettere in pratica la nostra visione. Facebook ha le risorse e il talento necessari per aiutarci a fare il passo successivo. La missione di Facebook è quella di collegare tutti e costruire esperienze incredibili per gli otre 1.3 miliardi di persone sulla piattaforma: la tecnologia che capisce il linguaggio naturale è una grande parte di tutto ciò e pensiamo di poter essere d'aiuto".

Ok, adesso passiamo alle domande: dal punto di vista pratico, Facebook come potrebbe utilizzare una tecnologia dedicata al riconoscimento vocale? La userà veramente in rapporto alla realtà virtuale? In effetti tramite tastiera risulterebbe un po' difficile visualizzare un utilizzo simile. Oppure ci permetterà di dettare i cambiamenti di status o di attivare la chat vocalmente? La userà in stile Siri per la ricerca? Voi che ne dite?

Via | Reuters

Foto | Screenshot da Wit.ai

  • shares
  • Mail