Attacco a PlayStation Network e Xbox Live: FBI indaga su Lizard Squad

L'FBI avrebbe avviato la sua indagine per scoprire i responsabili dell'attacco a PlayStation Network e Xbox Live.

lizard-squad

All'indagine sull'attacco ai danni di Sony Pictures, per l'FBI si aggiunge ulteriore lavoro durante le feste di fine anno: il Bureau starebbe infatti indagando su Lizard Squad, in particolare sul coinvolgimento dei suoi membri nell'attacco a PlayStation Network e Xbox Live, che ha impedito a tanti videogiocatori di passare il proprio tempo online a cavallo del Natale.

Ne parla Daily Dot, riportando le parole di quelle che sarebbero fonti interne alle autorità: nel frattempo, da WinBeta arriva un'intervista a coloro i quali sarebbero effettivamente dietro l'attacco, effettuato a detta loro per dimostrare la "poca sicurezza" messa in campo da Microsoft e Sony per proteggere i loro servizi.

"Ryan Cleary" e "Vinnie Omari" sono i nomi con cui si sono presentati i due membri di Lizard Squad, affermando di avere effettuato il loro attacco DDoS scatenando un traffico dati di 1,2 terabit al secondo sulle piattaforme di gioco online: il primo dei due hacker non dovrebbe avere neanche 18 anni, e stando a quanto riportato dovrebbe vivere in Finlandia.

Come ricorderete, a far terminare l'attacco ai danni di Microsoft e Sony è stato Kim Doctom, fondatore di Mega e appassionato videogiocatore, che ha offerto via Twitter agli hacker dei voucher per il proprio servizio, qualora essi avessero accettato di terminare il DDoS. Qualche tempo fa, altri membri di Lizard Squad (o gli stessi, non ci è dato saperlo ancora) si erano accaniti contro Twitch e lo stesso PSN.

Via | Arstechnica.com

  • shares
  • Mail