Chaos Computer Club: "Possiamo riprodurre le impronte digitali da un'immagine"

Il gruppo di hacker europei Chaos Computer Club dimostra un attacco che ha qualcosa di fantascientifico: a partire da un'immagine del pollice del Ministro della Difesa tedesco, è riuscito a ricostruire la sua impronta digitale.

german_thumb

Il Chaos Computer Club è il più grande club di hacker europei, e conviene ogni anno ad un raduno. Nel 2014 si è tenuto il 31° di questi eventi, nei pressi di Amburgo, ed è stato lì che il Jan Krissler, alias “Starbug”, ha presentato ai suoi colleghi hacker il suo nuovo, sconvolgente “trucco”. Ha qualcosa di fantascientifico, anzi, peggio - sembra una genialata tratta da quelle serie poliziesche che trasformano l’informatica in una farsa: Starbug sostiene di essere riuscito a ricostruire l’impronta digitale del Ministro della Difesa tedesco Ursula von der Leyen a partire da una fotografia, scattata da 2 metri di distanza con un teleobbiettivo da 200mm.

Nei film di spie si copiano le impronte digitali con la polvere di grafite, ma qui è stata usata una normale fotocamera. Krissler non ha neanche fatto la fatica di programmare nulla - ha usato un programma commerciale chiamato VeriFinger per analizzare l’immagine ad alta risoluzione del dito incriminato, scattata questo ottobre. Ha aggiunto un’altra manciata di foto del pollice scattate da diversi angoli per definire meglio la forma unica dei suoi dermatoglifi.

Internet in crisi in Corea del Nord, la dittatura incolpa Washington

Una volta ottenuta un’impronta digitale, serve molto lavoro per usarla per violare la sicurezza di uno scanner: serve anche il know how per stampare i materiali flessibili necessari all’applicazione pratica. Krissler ha fatto una prova con una stampante laser e uno strato di lattice o colla da falegname, ed è riuscito a sbloccare un iPhone, anche se non si trattava certamente del telefono della von der Leyen, che difficilmente si presterà a fare una prova.

Segue il filmato della presentazione di Starbug, purtroppo tutto in tedesco.

Via | Chaos Computer Club

  • shares
  • Mail