Facebook si scusa per il video di fine anno: "Sapremo fare di meglio"

Polemiche a non finire per Year in Review: la raccolta di fine anno di Facebook non piace a più di qualcuno

facebook year in review

Succede che Facebook pensa di fare un bel regalo ai proprio utenti con il video di fine anno e succede che a qualcuno, purtroppo, non vada proprio giù: un vero peccato, perché - diciamocelo - la piccola applicazione sviluppata per ricordare il 2014 non è affatto male, ed è stata pensata, per di più, con grande accortezza, visto che non è obbligatorio condividerla e le foto, per di più, sono assolutamente personalizzabili (con un solo neo: se voglio cambiarle, devo comunque rivedere quelle che ho pubblicato, e, se non voglio condividere la raccolta, in home mi uscirà comunque il post in cui mi si invita a farlo).

Scriviamo questo perché Facebook è stato inondato di proteste di vario tipo, a causa del fatto che l'applicazione non è piaciuta a chi non avrebbe voluto ricordare lutti, perdite di lavoro e momenti drammatici; a intervenire sono stati proprio i vertici aziendali, il product manager di Facebook Jonathan Gheller per l'esattezza, che, pur elogiando l'applicazione, si è detto consapevole del fatto che

"a qualcuno ha ricordato più dolori che gioie. Sapremo fare di meglio".

La storia più toccante, quella che sta emergendo in queste ultime ore, almeno, è quella di Eric Meyer, che si è visto ricordare la morte della figlia per un cancro al cervello. Meyer aveva scritto sul suo blog che non avrebbe voluto usare "Il tuo anno" proprio per non rivivere quei momenti: questo non è bastato, ovviamente, per fermare il social network, che gli ha riproposto tutte le foto, in particolare quella in cui la sua bimba era assieme ad alcune persone intenta a far festa.

Approfondisci: ecco perché su Facebook e sui social network ci lamentiamo di continuo

Facebook avrebbe dovuto pensare meglio all'algoritmo, è vero, però ricordiamo - con massimo rispetto nei confronti di chi si è trovato nella situazione di Meyer - che il social network, questa volta, non ha imposto l'applicazione, ma si è limitato semplicemente a proporla (con tanto di possibilità di personalizzazione): sicuramente il team saprà fare meglio, forte degli errori di quest'anno.

  • shares
  • Mail