Social network "a cascata", gli acquisti influenzati da quelli degli amici

I social network permettono di influenzare notevolmente gli acquisti: ecco come

social network

77

Il modello di cui vi parleremo è stato già studiato per altri tipi di società e relazioni, quindi potreste conoscerlo: è interessante notare, però, che gli italiani Flavio Chierichetti e Alessandro Panconesi dell'Università "La Sapienza" di Roma e l'americano John Kleinberg della Cornell University lo abbiano applicato anche ai social network (che, in fin dei conti, non sono altro che delle piccole società, dove non è detto che tutti siano amici di tutti). Ma arriviamo subito al dunque.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Siam-Journal on Computing e mette in evidenza che l'utenza dei social network è influenzata, nelle sue scelte, specialmente in quelle degli acquisti, da ciò che fanno gli amici. A parlare è proprio Panconesi:

"[...] Il comportamento a cascata in un social network può essere voluto da un'entità che intende raggiungere un determinato obiettivo, per esempio quello di pilotare gli acquisti sfruttando l'effetto del passaparola, che poi è la premessa per il viral marketing".

Il meccanismo di diffusione della scelta "comunitaria" è molto semplice, e può essere paragonato a quello della diffusione dei virus: se io, individuo A, sono soggetto al virus X, ma frequento solo persone B, soggette al virus Y, sarò infettato da Y e non da X. Certo, nelle decisioni non conta solo il fattore "casualità", visto che ogni essere umano è artefice delle proprie scelte e del proprio destino, e, infatti, nella ricerca è ben messo in evidenza: il punto è che una certa somiglianza tra i due meccanismi di diffusione c'è eccome.

"Il fenomeno - si legge nello studio pubblicato su Siam-Journal on Computing - è stato studiato per le società connesse al cento per cento, in cui tutti sono amici di tutti; noi abbiamo esteso questa analisi a comunità dove tutti NON sono amici di tutti, in particolare ai social network".

Occhio agli amici di Facebook, insomma!

Via | Connect.siam.org

  • shares
  • Mail