Lizard Squad attacca PlayStation Network e Xbox Live, Kim Dotcom ferma tutto

Kim Dotcom salva il Natale di tanti giocatori su PlayStation Network e Xbox Live.

lizard-squad-twitter

Se ieri sera avete provato a giocare online con la vostra PlayStation o Xbox vi siete sicuramente ritrovati davanti a un'amara sorpresa: PlayStation Network e Xbox Live erano offline, con conseguenti problemi per i giocatori di tutto il mondo nell'accedere alle piattaforme di Sony e Microsoft. Un danno enorme, considerando il volume di partite giocate in un giorno come Natale, con praticamente tutti quanti in festa dalle proprie attività.

A causare i problemi, almeno apparentemente stavolta non ci sono hacker coreani, ma il gruppo Lizard Squad, autodefinitosi "Grinch di nuova generazione" per rovinare il Natale ai poveri videogiocatori. Il down parziale o totale delle due piattaforme è durato per ore, fino all'intervento di una persona inaspettata: Kim Dotcom, fondatore di Megaupload e anch'egli giocatore incallito.

Mentre Sony e Microsoft provavano a riportare online le piattaforme senza successo, Kim Dotcom ha infatti contattato gli hacker di Lizard Squad su Twitter, offrendo loro un patto: una serie di voucher per account Pro1 su Mega della durata annuale, con accesso a 500 GB di spazio per immagazzinare i dati, se gli attacchi a Xbox Live e PlayStation Network fossero cessati. Una volta effettuato lo stop, Dotcom ha anche promesso di convertire gli account annuali in account a vita, minacciando invece la loro scomparsa se i due sistemi online avessero avuto altri problemi.

La veridicità della storia è stata confermata da Kim Dotcom stesso, che ha postato su Twitter lo scambio di messaggi privati con Lizard Squad, che a loro volta hanno ringraziato l'ex hacker per gli account Mega. C'è sicuramente qualcosa di sbagliato e immorale in tutto questo, ma almeno il Natale di tanti videogiocatori è stato salvato.



Via | Neowin.net

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: