eBook e tablet peggiorano la qualità del sonno, nuovi studi scientifici lo confermano

La luce blu dei tablet e degli eBook? Non concilia il sonno. Anzi

ebook tablet sonno

Molti di voi sapranno che la luce blu dei tablet e degli eBook riduce il sonno e ne peggiora la qualità: diversi studi scientifici lo hanno dimostrato e, infatti, chiunque tenga a dormire tranquillamente sa bene che non deve usare smartphone e dispositivi elettronici a letto. Oggi abbiamo ulteriori conferme, grazie ai ricercatori del Brigham and Women's Hospital, che hanno pubblicato i risultati dei loro studi sulla rivista scientifica Proceed of the National Academy of Sciences.

La ricerca è stata condotta su due gruppi di partecipanti: il primo doveva leggere un eBook per quattro ore nel corso di cinque sere consecutive; il secondo, invece, doveva leggere un libro cartaceo sempre con gli stessi ritmi, e sempre prima di addormentarsi. Il risultato era preannunciato: il primo gruppo di persone si è addormentato con più fatica, e la mattina seguente ha dimostrato persino una minore capacità di attenzione rispetto al secondo.

"Negli ultimi 50 anni, c'è stata una riduzione della durata media del sonno e della sua qualità - queste, le parole di Charles Czeisler -. Visto che un numero sempre maggiore di persone sta scegliendo dispositivi elettronici per la lettura, la comunicazione e l'intrattenimento (soprattutto i bambini e gli adolescenti, che già soffrono di carenza di sonno), urge valutare le conseguenze a lungo termine di questi dispositivi sulla salute e la loro sicurezza".

Uomo avvisato - si dice - mezzo salvato: occhio a non usare tablet e smartphone prima di addormentarvi. Il risveglio, infatti, potrebbe non essere dei migliori!

  • shares
  • Mail