5 modi per mettere ordine nella vostra vita digitale nel 2015

Ci siamo, manca poco alla fine dell'anno: vediamo i cinque passi da fare per mettere in ordine la nostra vita digitale in vista del 2015.

Si avvicina la fine del 2014, è tempo di bilanci, ma soprattutto di buoni propositi. Che in questo caso si concretizzano nella storica domanda: "Come mettere ordine nella mia vita digitale in vista del 2015?". Già, bella domanda che ci si pone a ogni fine anno, ci si ripromette di non avere più il desktop invaso da miriadi di file sparsi a casaccio in stile campo minato, ci si ripropone di non avere più centinaia di messaggi non letti, di cancellare quelle app e quei giochi che non usiamo più dai tempi di Matusalemme... e finiamo ogni anno per ritrovarci sempre nelle stesse, medesime condizioni. Ai cinque punti individuati da Mashable, ci aggiungerei anche una riorganizzazione della postazione di lavoro... beh, se posso considerare una postazione di lavoro un divano, una scatola piena zeppa di tutto ciò che potrebbe servirmi (da cuffie per la chat a post it sparsi per la risoluzione dei problemi, da penne a chiavette Usb di varie fogge a dimensioni senza dimenticare il martello da tirare alternativamente o sul computer o sulla propria capoccia quando il portatile o la connessione non funzionano).

Come riorganizzare la nostra vita digitale?


Vita digitale

La foto è voluta: più o meno è la mia espressione quando mi accingo a fare questo lavoro di riordino di app, computer e affini. Ecco cinque cose da fare assolutamente se vogliamo riorganizzare la nostra vita digitale per il 2015:


  1. Aggiornare i software, programmi e applicazioni: ce l'ho, l'ho appena fatto causa morte del precedente portatile, acquisizione del nuovo e installazione di Windows 8.1 con tutte le problematiche che comporta (ovvero inspiegabili rallentamenti di connessione, programmi che su Windows 7 giravano benissimo, qui neanche se li supplichi in sanscrito che ti costringono a seguire ogni tutorial che trovi per cercare di risolvere il misterioso problema). Lo so, le notifiche di aggiornamento software sono noiose, in media arrivano quando hai i tempi ristrettissimi giusto di accendere il computer, scrivere e poi correre via, se ti metti anche ad aggiornare con i tempi biblici di alcuni update non riesci più a lavorare. Eppure tali aggiornamenti sono necessari: i vostri programmi saranno più fluidi... certo, sempre se un certo aggiornamento di Windows 8.1 non ti va a silurare l'antivirus bloccandoti il computer... e migliorerete la sicurezza grazie alle patch... sempre che non vi serva poi la patch per correggere il malfunzionamento della precedente patch. Fate così: impostate gli aggiornamenti magari durante il pranzo della domenica, così mentre mangiate il computer va da sé e ottimizzerete i tempi
  2. Via i cavi, di qualsiasi genere: cercate di eliminare tutti ciò che è connesso via cavo o almeno passate a servizi come Netflix, Amazon Prime, Hulu, Roku o Apple Tv. Questo inteso sia per quanto riguarda i cavi della tv (il consiglio è il passaggio ai servizi online... certo, se si blocca la connessione siete fregati, quindi magari quei cavi li metterei da parte per sicurezza), sia per quei quintali di cavi fisicamente aggrovigliati che fanno bella mostra di sé sotto le scrivanie o dietro il televisore a cui avete connesso le vostre console. Il trucco è capire cosa possa essere scollegato o cosa no... certo, se poi hai un Windows 8.1 (sì, al momento ce l'ho con Windows 8.1, se aveste passato le ultime due settimane a dover lavorare con una connessione bradipo capireste come mi sento) che preferisce il cavo al wi-fi indipendentemente dal router usato o da quanto puoi aver aggiornato i driver del suddetto, allora sei comunque fregato
  3. Organizzate il desktop e il browser: se appena aprite il desktop, i vostri occhi cominciano a correre impazziti di qua e di là per cercare di stare dietro a quel labirinto di icone e file che vi si para davanti, allora è ora di fermarsi e di dare una ripulita al desktop. Ci sono anche alcuni programmi che vi possono aiutare, per esempio Fences che mette scorciatoie e icone in delle specie di recinzioni in modo che sia più facile trovarle. Ci sarebbe poi anche Tiles, programmino che vi permette di organizzare al meglio le applicazioni in esecuzione. Ma ce ne sono tantissimi altri: Synchronize! Pro per utenti Mac, ObjectDock e DockMod, l'addon-on Chrome OneTav, Dashlane, LastPass o 1Password e via dicendo. Se volete sbarazzarvi dei file temporanei che appesantiscono il computer, ecco che potete optare per CCleaner, utile anche per gestire i file d'avvio e per rimuovere le applicazioni. E' sorprendente la quantità di spazio che riuscite così a ottenere sul disco rigido
  4. Organizzare lo smartphone: fondamentale. Se non riuscite più ad usare il vostro smartphone, se la batteria si scarica ogni volta che dite iPhone a voce alta, allora è ora di cancellare qualcosa. Eliminate le vecchie app che non usate più, scaricate solamente quelle applicazioni che ritenete indispensabili e scaricate sul computer la tonnellata di foto fatte. In più gli utenti Android hanno tantissime opzioni da sfruttare per personalizzare la schermata iniziale, vedi per esempio LauncherPro, Google Now Launcher e EverythingMe. Se siete utenti iOS, potete per esempio usare Clean, applicazione che permette di ordinare, inserire nelle giuste categorie e eliminare le foto che occupano spazio sul device. In alternativa se proprio non ce la fate a cancellarle, ecco che potere effettuare il backup su Carousel, un'app online di Dropbox dedicata a foto e video
  5. Mettete ordine nella vostra casella di posta: concordo, se c'è una cosa che non sopporto è vedere la casella di posta piena. Se mi arriva un messaggio, lo leggo il prima possibile, risponde se devo rispondere e poi metto quella email nella sua giusta cartella. A meno di non usare il sistema di conversazioni di Gmail, cosa che mi crea l'orticaria. Ci sono diversi strumenti che vi permettono di cancellare i messaggi indigesti e inutili, come Unroll.Me, Google Inbox e Mailstrom. Altrimenti potete sempre cancellarvi da quelle newsletter via email che non vi interessano più o segnalare prontamente email spam al vostro gestore di posta. O rassegnatevi e giornalmente selezionate e cancellate manualmente le mail che non vi infastidiscono o inutili

Via | Mashable

Foto | notionscapital

  • shares
  • Mail