TVtag, il social network televisivo, chiude i battenti

Le alternative ci sono già, ma saranno destinate a fare la stessa tragica fine?

tvtag

Tempi duri per i social network televisivi. Mentre Facebook e Twitter cominciano a prendere sempre più in considerazione quello che gli utenti guardano in TV, le piattaforme nate proprio per condividere la collezione di programmi e serie tv visti dagli utenti fanno fatica ad imporsi.

GetGlue ci aveva provato, ma l’esperimento si era rivelato un fallimento e il servizio era stato rivisto e corretto, trasformato in TVtag, un vero e proprio social network in cui gli utenti potevano comunicare alla comunità quali serie tv stavano vedendo, dare voti, commentare e interagire. E’ di oggi la notizia anche anche TVtag chiuderà i battenti.

Niente annunci in grande stile, una semplice mail inviata agli iscritti comunica che dopo quattro anni, alla fine di dicembre 2014, TVtag smetterà di esistere. Gli sviluppatori vogliono concentrarsi su altri progetti e non possono né vogliono continuare a supportare TVtag e le applicazione a esso collegate.


Gli utenti hanno solo qualche giorno di tempo per esportare i contenuti condivisi su TVtag e salvarli altrove, ma la procedura non è automatica: è necessario mandare una mail agli sviluppatori e chiedere l’esportazione. Un po’ macchinoso, ma almeno l’opzione esiste.

E mentre TVtag si prepara a salutare gli utenti, c’è già chi prova a colmare quel vuoto. TVShow Time, un servizio molto simile, sta già riscuotendo molto successo, merito anche di una completa applicazione per smartphone e tablet che permettere di tenere traccia di tutte le serie tv viste e un curioso contatore di tutte le ore trascorse davanti alla Tv.

Via | GigaOm

  • shares
  • Mail