ICANN colpita da attacco hacker: rubati dati su impiegati e domini

Gli impiegati di ICANN avrebbero abboccato a un tentativo di phishing.

A screen shows a rolling feed of new 'Ge

L'Internet Corporation for Assigned Names and Numbers, chiamata quasi sempre con l'acronimo ICANN, è stata colpita da un attacco hacker. L'organizzazione che si occupa dell'assegnazione di indirizzi IP e nomi di dominio su Internet ha fatto sapere di avere scoperto una breccia nei propri sistemi informatici, avvenuta in seguito a un attacco effettuato a fine novembre.

I malintenzionati sarebbero riusciti a ottenere l'accesso portando a compimento alcuni tentativi di phishing, concedendo così direttamente agli hacker le loro credenziali d'accesso ai sistemi rispondendo a messaggi email inviati solo all'apparenza dal dominio icann.org appartenente all'ente.

Secondo quanto rivelato dall'ICANN, gli hacker avrebbero avuto accesso a email interne, insieme a una Wiki dedicata ai soli membri, al portale usato per effettuare i WHOIS sui domini e ai dati inseriti nel Centralized Zone Data System (CZDS). Proprio la penetrazione in quest'ultimo sistema avrebbe permesso agli autori dell'attacco di avere accesso a informazioni personali come nomi e cognomi, indirizzi reali ed email, numeri di telefono e username. Ottenuto accesso anche alle password, memorizzate però in modo criptato.

La notizia dell'attacco ai danni di ICANN arriva in un momento particolarmente dedicato per l'organizzazione no profit, "scaricata" a marzo dall'amministrazione Obama: gli Stati Uniti sono infatti attuali supervisori delle attività di regolazione esercitate da ICANN su Internet, ma la loro intenzione sarebbe quella di passare a un modello globale quando il contratto che lega entrambi scadrà durante il 2015.

Via | Theverge.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail