Su Facebook e i social network ci lamentiamo di continuo, ecco il perché

Secondo una recente indagine di VB Insight, su Facebook in particolare e sui social network in generale ci lamentiamo qualcosa come 879 milioni di volte l'anno. Sarà vero? E di cosa ci lamentiamo?

Facebook utenti

Cosa fa la maggior parte degli utenti sui social network? Si lamenta. Beh, è questo che si evince da una recente indagine di VB Insights: secondo il sito all'anno produciamo qualcosa come 879 milioni di lamentele e critiche rivolte a brand e aziende sui social network. Facebook in testa, ma in questa gara alla lamentela continua si aggiungono anche Twitter, Google+, Instagram e tutti gli altri social network di maggior rilievo. Fondamentalmente gli internauti sono un popolo di lamentosi: il suddetto sondaggio è stato condotto su ben 11mila utenti, con interviste a 1.003. E i risultati sono stati sorprendenti.

Di cosa ci lamentiamo sui social network?

Ma di che cosa ci lamentiamo sui social network? Fondamentalmente di tutto, dei marchi e delle aziende, della vita in generale e via dicendo. In maniera molto buffa il brand più criticato è proprio Facebook: il che vuol dire che siamo bravissimi a lamentarci di Facebook su Facebook stesso. Pare che la maggior parte degli utenti sporga lamentele contro le applicazioni di terze parti e i giochi, personalmente se non ricordo male quest'anno su Facebook mi sono lamentata diverse volte di problemi di funzionalità e di feature varie ed eventuali. Però è anche vero che Facebook è uno dei pochi che risponde alle lamentele: Amazon, Microsoft, Walmart, Apple e parecchi altri non sono bravissimi ad affrontare queste critiche da parte degli utenti.

Il problema è che le aziende spesso e volentieri non prendono minimamente in considerazione queste critiche. L'autore dello studio Stewart Rogers ha spiegato che è grave che queste lamentele non vengano prese in esame. E ha ragione: a volte queste critiche sono prive di senso e troppo personali, ma a volte potrebbero essere anche costruttive e aiuterebbero a migliorare il servizio.

Pare che siano in forte aumento le lamentele da parte degli utenti di fascia 55-64 anni: una volta capito come funzionavano i social network, ecco che hanno trovato un nuovo canale dove postare critiche e richieste. Anzi, in questo campo sono in crescita rispetto ai giovani, i quali invece paiono protestare sempre più spesso contro Instagram. Invece la fascia dai 30 ai 40 anni preferisce lamentarsi di brand e marchi soprattutto legati al mondo della moda.

Via | VentureBeat

Foto | ivanlanin

  • shares
  • Mail