Bufale su Facebook: Facebook diventerà a pagamento. Ma anche no

Sotto Natale sta tornando in auge una bufala su Facebook vecchissima: Facebook da gennaio diventerà a pagamento. Ma anche no, è chiaramente sempre la solita, vecchia bufala.

In questo periodo dell'anno torna sempre alla ribalta una vecchissima bufala su Facebook: da gennaio Facebook sarà a pagamento e costerà 3 euro al mese. E' chiaramente una bufala, ma molti utenti continuano a cascarci regolarmente. La pagina Facebook di Bufale un tanto al chilo è riuscita a recuperare vecchi post di questa bufala risalenti al 2011, ma ho scoperto che è ancora più vecchia visto e considerato che ho scovato un video di questa bufala risalente al 2009. E' bene sottolineare che si tratta di una bufala, visto e considerato che ci sono utenti che quando leggono i nostri articoli in merito non riescono a capire la differenza fra mettere in giro una bufala e un articolo che spiega che quella notizia è una bufala.

La bufala su Facebook inerente Facebook a pagamento


Mark Zuckerberg

La bufala in questione dice sempre la stessa cosa. Secondo la bufala se vogliamo mantenere il nostro account su Facebook dobbiamo inviare a Mark Zuckerberg un bonifico con codice IBAN IT-615C3M0-666NWO-007042176, con causale "Rinnovo abbonamento Facebook 2015". Ma la bufala non finisce qui: i primi a spedire il bonifico, riceveranno in regalo un'app che consentirà di vedere le foto scandalose degli amici, quelle mai caricate su Facebook, ma contenute sul computer e in più avranno anche il pulsante Non mi piace.

Cioè, ma vi pare possibile una cosa del genere? Prima di tutto Mark Zuckerberg non ha certo bisogno dei nostri tre euro, quando si parla del fatto che deve monetizzare l'app per ottenere maggiori introiti ci si riferisce alle cifre enormi relative alla pubblicità, i nostri tre euro gli farebbero il solletico. In secondo luogo un'app come quella promessa è del tutto illegale. In terzo luogo il pulsante Non mi piace non esiste ancora, Mark Zuckerberg ha appena dichiarato che ci sta pensando, ma sono anni che ci pensa, quindi dubito fortemente che lo vedremo mai.

Mi spiegate come si fa a credere a certe cose? Se siete un nuovo utente, ci può stare, siete ingenui, quindi non ne sapete ancora nulla del mondo delle bufale su Facebook. Ma vedere amici che continuano a condividere questa bufala anche dopo che li abbiamo avvisati del fatto che si tratta di una bufala è un chiaro invito a depennarli dalla nostra lista di amicizie. Questa bufala inoltre è a 360 gradi, in quanto ciclicamente colpisce anche altre piattaforme, non solo Facebook. Curiosamente questa bufala va di pari passo con un'altra che periodicamente torna in circolazione: quella secondo la quale Facebook pagherebbe gli utenti. Suvvia, un po' di coerenza con queste bufale, decidiamoci: Facebook diventa a pagamento o ci paga?

Antibufala Blogo

Via | Pagina Facebook di Bufale un tanto al chilo

Foto | Rashel Shel

  • shares
  • Mail