Foto da ubriachi, Facebook prova a mettere un freno alla condivisione

Facebook introdurrà un assistente digitale per gestire le foto non gradite.

facebook-ubriachi

Guardando le gallerie fotografiche degli account che popolano Facebook, è difficile trovarne qualcuna che non contenga foto che ritraggono persone ubriache, che probabilmente neanche ricorderanno di averle condivise il giorno successivo a quello della baldoria.

Tra chi, appunto, le mette lì e le dimentica, chi preso dalla vergogna le cancella e chi le lascia lì pensando che comunque la frittata sia stata fatta, potrebbe intervenire presto lo stesso social network a dare una mano: Facebook starebbe infatti sviluppando un algoritmo in grado di chiedere conferma della pubblicazione di foto da ubriachi.

Il sistema è stato presentato da Yann LeCun, boss del team di Facebook al lavoro sull'intelligenza artificiale:

"Immaginate di avere un assistente digitale intelligente in grado di mediare l'interazione con i vostri amici e anche con il contenuto su Facebook."

La tecnologia in sviluppo presso Facebook si baserebbe sul concetto di apprendimento approfondito, campo di ricerca per l'apprendimento automatico che Wikipedia descrive come basato su diversi livelli di rappresentazione, corrispondenti a gerarchie di caratteristiche di fattori o concetti, dove i concetti di alto livello sono definiti sulla base di quelli di basso.

Al di là dei tecnicismi, questo nuovo "assistente digitale" di Facebook dovrebbe analizzare le azioni effettuate da un utente sul social network, al di là della condivisione di foto e video, per cercare di capire in che momento egli ne sta facendo un uso con la mente ottenebrata dall'alcool. Contemporaneamente, dovrebbe apparire uno strumento di controllo più efficace riguardante le notifiche sulla pubblicazione di foto non volute:

"Ci sarà un singolo punto di contatto per mediare l'interazione ma anche per proteggere le vostre informazioni private. È necessaria una macchina che comprenda i contenuti e le persone e sia in grado di gestire tutti questi dati."

Ricordiamo che l'attuale tecnologia presente su Facebook è in grado di sfruttare l'intelligenza artificiale per identificare le facce nelle nostre foto, riconoscendo i nostri amici per suggerire i tag da applicare alle immagini.

Via | Theguardian.com
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail