Sony, gli hacker GOP minacciano i dipendenti dell’azienda

I “Guardiani della Pace” sono tornati all’attacco contro Sony, stavolta arrivando a minacciare i dipendenti dell’azienda.

sony-pictures-hacker


Gli hacker che pochi giorni fa hanno condotto un cyber-attacco senza precedenti ai danni di Sony Pictures Entertainment sono tornati alla carica nelle ultime ore inviando a tutti i dipendenti dell’azienda statunitense una mail minatoria con una richiesta piuttosto insolita:

Molte cose al di là dell’immaginazione avverranno in molte parti del Mondo. I nostri agenti si ritrovano ad agire un luoghi indispensabili. Per favore metti la tua firma per sostenere la falsità dell’azienda all’email che trovate qui sotto se non volete subire dei danni. Se non lo farete non sarete soltanto voi ad essere in pericolo, ma tutta la vostra famiglia.

Una mail scritta male, vaga sotto molti aspetti, ma chiarissima sul fronte della minaccia ai dipendenti di Sony. Quello che si chiede, in sintesi, è di firmare una sorta di petizione:

Nessuno può evitarci, ma l’unico modo è seguire le nostre richieste. Se volete evitarci, fate in modo che la vostra azienda si comporti correttamente.

La mail parla anche di “rimuovere Sony dalla faccia della Terra” e spiega che l’attacco di pochi giorni fa è stato soltanto il primo passo verso questo folle piano. La firma è ancora una volta del gruppo di hacker GOP, Guardians Of the Peace, un gruppo non ancora identificato dalle forze dell’ordine.

Si continua a sospettare il coinvolgimento della Corea Del Nord, una vendetta messa in atto dopo che Sony ha deciso di non bloccare la distribuzione del film The Interview, una commedia diretta da Evan Goldberg e Seth Rogen e interpretata dallo stesso Rogen e da James Franco nei panni di due giornalisti assoldati dalla CIA per assassinare Kim Jong Un.

La Corea Del Nord ha negato ogni coinvolgimento, ma la pista non è stata ancora abbandonata. L’FBI è stato nuovamente allertato in seguito a questa ondata di minacce e sta indagando sulla vicenda.

Via | ArsTechnica

  • shares
  • Mail