Google Tax nel Regno Unito al 25% nella legge finanziaria per il 2015

La chiamano Google Tax ma è una tassa che colpirà tutte le aziende che producono utili nel Regno Unito ma li spostano altrove

google

In molti la chiamano Googe Tax e non sbagliano nel concetto di fondo, poiché tale azione va a colpire anche Google, ma la tassa in questione, proposta dalla legge finanziaria inglese per il 2015, colpirà tutte le multinazionali che sono attive nel Paese e che spostano "artificialmente" i propri utili all'estero per pagare meno tasse: parliamo, insomma, di elusione fiscale, contro la quale si è schierata pure l'Italia in tempi non sospetti, cercando di introdurre una tassa ad hoc, progetto che poi è naufragato in un mare di polemiche.

A presentare la legge finanziaria per il 2015 è stato il ministro delle Finanze George Osborne, che non ha mai fatto riferimento a Google, avendo parlato semplicemente di aziende tecnologiche: ricordiamo che in casi come quello dell'azienda di Mountain View rientrano Apple, Amazon e anche altri colossi di vari settori di mercato (pensate alla catena di caffetteria statunitense Starbucks). Tutte queste aziende, infatti, riescono ad aggirare legalmente le norme nazionali, sfruttando la non omogeneità dei sistemi fiscali europei.

Approfondisci: Google prepara una versione di Chrome e YouTube per bambini

Non c'è alcuna indicazione sui meccanismi di funzionamento di questa Google Tax, ma Osborne ha spiegato chiaramente che

"se una società è molto attiva nel Regno Unito, per esempio con le vendite, ed evita le tasse spostando in altri Paesi i guadagni prodotti nel Regno Unito e sfruttando le regole internazionali sulla tassazione, ora il Regno Unito è in grado di tassare quei guadagni al 25%".

Approfondisci: come guadagnare seriamente con Google Adsense e posizionare bene la pubblicità

Una percentuale più alta - come vedete - rispetto al 21% applicato nel Paese: è chiaro, insomma, che il governo voglia disincentivare tale pratica, e che lo faccia sul serio, visto che la nuova legge sarà applicata a partire da aprile e garantirà alle casse dello stato fino a 1.28 miliardi di euro in più nei prossimi cinque anni.

Via | Gov.uk

  • shares
  • Mail