Amazon consegna per errore 4.600 euro di prodotti a uno studente inglese

Amazon ha confermato l’errore e precisato che il giovane fortunato potrà tenere tutta la merce che gli è stata consegnata.

Quest’anno il Natale è arrivato un po’ anticipo per lo studente inglese Robert Quinn, 22enne residente a Bromley, alla periferia sud di Londra. Pochi giorni fa il corriere ha suonato alla sua porta e gli ha recapitato una serie di pacchi, spediti da Amazon, contenenti materiale elettronico per un valore complessivo di 4.600 euro.

Quinn, però, non aveva fatto alcun ordine e, temendo un errore - e che quindi un altro utente fosse rimasto senza la merce acquistata - è corso ad avvertire Amazon. E qui viene il bello: il colosso dello shopping online ha riconosciuto l’esistenza di un problema tecnico che ha creato il disservizio, ma ha anche specificato che quei prodotti non erano stati acquistati da nessuno e che poteva tenerli.

Ho telefonato ad Amazon e mi hanno detto che probabilmente qualcuno mi stava facendo dei regali. Ho chiamato di nuovo dicendo che ero ben lieto di accettare quei regali, ma non ha discapito di qualcuno che li aveva già pagati. Ma Amazon ha detto: “ce ne facciamo carico noi”.

amazon-errore-invio-pacchi

Ad oggi il giovane ha ricevuto ben 51 pacchetti fino a quando il problema è stato risolto. Un portavoce di Amazon ha confermato tutto al Telegraph:

Il problema è stato risolto e posso confermare che al cliente è stato comunicato che può tenere tutti gli oggetti che gli sono stati consegnati.

In totale il fortunato studente di ingegneria si è visto recapitare a casa un televisore 3D da 55 pollici della Samsung del valore di oltre mille euro, un tablet Galaxy Tab Pro, una scheda grafica Radeon R9 290X, una console PSP, un proiettore, una webcam, giochi, libri e molto altro. La maggior parte di questi prodotti, per stessa ammissione del giovane, saranno venduti mentre altri saranno dati in regalo ad amici e parenti.

Col ricavato il giovanissimo spera di riuscire a fare un viaggio a Bruges con la fidanzata e a finanziare un progetto a cui sta lavorando da tempo, uno sminuzzatore elettrico per la cannabis. Il resto andrà in beneficenza.

Amazon Fulfillment Center Opens In San Bernardino

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail