Youtube: tutti guardano i video di Taylor Swift dopo l'abbandono di Spotify

C'è qualcuno che sta gongolando in maniera particolare per l'abbandono di Spotify da parte di Taylor Swift: è Youtube, tutti gli utenti stanno guardando i video della cantante a ripetizione sul social network.

Credo che Youtube debba mandare al più presto una lettera di ringraziamento a Spotify: il social network di streaming musicale ha fatto così tanto arrabbiare la cantante Taylor Swift per una questione di royalty che adesso tutti gli utenti stanno andando in massa su Youtube a guardare i suoi video. E Youtube gongola a dir poco per questo incremento improvviso e repentino di visualizzazioni. D'altra parte Taylor Swift è una delle stelle del momento del mondo della musica, se a questo ci aggiungiamo tutta questa polemica con Spotify che si traduce in pubblicità gratuita, ecco spiegato il perché della felicità di Youtube.

Youtube, Taylor Swift e Spotify: che singolare triangolo


Taylor Swift


La cantante Taylor Swift


Tutto nasce dal fatto che Taylor Swift odia l'idea di lasciare la sua musica in streaming gratuitamente su Spotify, quindi ecco che ha deciso di abbandonare Spotify. Però a quanto pare la cantante non ha problemi a lasciare la sua musica su Youtube e Vevo. Diciamo che forse la coerenza non è il suo forte, ma passiamo oltre, non è di questo che vogliamo parlare.

Ecco che in seguito all'abbandono di Spotify da parte di Taylor Swift gli utenti di internet di punto in bianco hanno scoperto un desiderio insaziabile di guardare i suoi video, più e più volte. Nielsen ha monitorato le visualizzazioni dei video di Taylor Swift su Youtube nelle ultime settimane e ha svelato che i dati sono schizzati in alto dopo che la sua intera discografia è stata rimossa da Spotify il 3 novembre 2014.

Per contro, là dove la musica di Taylor Swift è rimasta a pagamento, come su Beats Music e affini, ecco che i dati sono andati in picchiata, ma negativa questa volta. Il che vuol dire che i fan stanno andando là dove la musica è gratuita, non dove si paga. Anche se questo significa dover subire gli annunci pubblicitari, ma questi li sopportiamo piuttosto bene direi.

Difficile collegare direttamente l'abbandono di Taylor Swift di Spotify con l'aumento del numero di clic su Youtube, ma è anche strano pensare il contrario, anche se il 10 novembre Taylor Swift ha proposto in anteprima il secondo video del suo album, Blank Space, quindi magari anche questo ha contribuito a far impennare le visualizzazioni su Youtube.

Via | The Verge

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail