Bumble, ex-impiegati di Tinder sviluppano un rivale diretto nel social dating

Gli ex impiegati di Tinder rimasti vittima del clima torbido della startup hanno deciso di creare un rivale nel campo del social dating, e l'hanno chiamato Bumble

Bumble, ex impiegati di Tinder creano un rivale

Tinder non ha avuto una vita molto pacifica, e alcuni scandali interni lo hanno colpito mesi fa, quando uno dei fondatori è stato denunciato assieme alla startup da una impiegata, Whitney Wolf, per molestie sessuali.

Oggi la Wolf ha unito le forze ad altri due ex impiegati del sito di dating online per creare Bumble, un servizio che pare assomigliare moltissimo a Tinder, ma cerca di scuotersi di dosso l’atmosfera un po’ malfamata di social network del rimorchio e della superficialità tipico dell’originale.

Tinder, la nostra guida che punta a tirare fuori il meglio dal servizio di dating online

Di Bumble oggi come oggi si sa davvero poco, praticamente solo quello che compare sulla pagina Facebook ufficiale, più quello che si mormora nelle voci di corridoio. Uno di questi pettegolezzi sostiene che la startup stia per ricevere un cospicuo finanziamento da milioni e milioni di dollari, di provenienza sconosciuta. Techcrunch suppone possa essere Badoo.

Quanto all’app, per il momento è ancora in modalità stealth. Sappiamo che sarà estremamente simili a Tinder, concettualmente parlando, e che quindi presupporrà un utente che navigherà attraverso le foto delle persone che gli vengono sottoposte con uno swipe a decidere se qualcuno gli piace o meno. Ci saranno più informazioni di Tinder, compreso il lavoro, la compagnia, l’università. Un’icona che rappresenta un favo di miele, uno dei simboli di Bumble, mostra un punteggio - ci potrebbe essere qualche gioco di tipo social coinvolto, come ad esempio un “voto” o qualche altro meccanismo simile.

L’app lancerà il 1° di dicembre e sembra essere destinata a iniziare la sua carriera con l’Apple App Store, lasciando l’oceano Android per un secondo tempo. Nonostante la fiducia dimostrata dai suoi fondatori, e la loro storia pregressa, niente di quello che abbiamo visto sembra destinato a impensierire il gigante Tinder, che è un rivale duro da sconfiggere al giorno d’oggi.

  • shares
  • Mail