Ello Social Network: testiamo la versione beta del social network anti Facebook

Che cos'è e come funziona il social network Ello? Andiamo a scoprire qualcosa di più sulla storia, origini e funzioni del social network anti Facebook.

Ello su computer

Il social network Ello

Ello su computer
Ello su computer: cancella account
Ello su computer: cerca amici
Ello su computer: feature
Ello su computer: impostazioni
Ello su computer: invita amici
Ello su computer: noise
Ello su computer: profilo
Ello su smartphone
Ello su smartphone: descrizione
Ello per smartphone
Ello su smartphone: login
Ello su smartphone: noise
Ello su smartphone: notifiche
Ello su smartphone: post
Ello su smartphone: amici
Ello su smartphone: profilo
Ello su smartphone: schermata di sinistra
Ello su smartphone: schermata di sinistra, noise
Ello su smartphone: scrivi post

Al momento in Italia Ello è disponibile in versione beta per gli smartphone e per pc (per ora non c'è l'app) e potete accedervi solamente su invito: ecco dunque che arrivatoci l'invito, abbiamo subito provveduto a provarlo. Confermiamo sin da subito una delle critiche mosse in rete ad Ello: il design è eccessivamente semplice e minimalista. E' vero che noi abbiamo testato una versione beta (ci è arrivato l'invito a provarlo, mica potevamo rifiutare, no?), però la grafica e le sezioni sono veramente troppo scarne. Se da una parte i social network con la grafica troppo elaborata dopo un po' stancano o ti rendono difficile capire come usarli, non va neanche bene uno stile così essenziale.

Abbiamo deciso di iscriverci con il nostro nome reale: non avendo alter ego o identità segrete, non vediamo il motivo di utilizzare uno pseudonimo. Iscriversi è facile: vi arriva l'invito via email, lo accettate, vi viene chiesto di inserire la vostra email e la password, poi arriva la solita email di conferma, confermte ed è fatta. Siete dentro a Ello.

La prima schermata che vi compare è di un candore desolante: in questa schermata trovate gli ultimi post dei vostri amici (le foto del profilo sono rotondeggianti), solo che lo sfondo è di un bianco accecante. Se siete entrati su Ello da computer, nella colonna di sinistra trovate tre pulsanti: Friends (vedete i post degli amici), Noise (vedete i post della rete) e un'icona a forma di fulmine (le notifiche relative alle vostre ultime attività, dove vedere chi avete cominciato a seguire e chi vi sta seguendo). Se siete su smartphone, dovete fare tap verso sinistra e compaiono i tre pulsanti.

Al di sopra di questi, accanto al faccione nero sorridente che vi riporta alla homepage c'è un'icona estremamente stilizzata che raffigura un omino con un + accanto: serve per scoprire nuovi amici da aggiungere alla vostra lista di contatti (potete scegliere quelli Reccomended o Raccomandati, quelli Related o Correlati, quelli Random e poi c'è la Search da fare a mano). Accanto c'è un + in un cerchio: lo dovete utilizzare per invitare i vostri amici. Poi c'è l'icona a forma di rotellina, è quella dei Settings o Impostazioni: da qui potrete modificare diverse impostazioni. Il primo settore è Profile: da qui potete modificare il vostro username, il nome, la vostra biografia e la foto del profilo. Poi abbiamo la sezione Settings: qui potrete rendere il vostro profilo pubblico o privato, permettere o meno agli altri utenti di commentare i vostri post o consentire o meno a Ello di analizzare informazioni prese dal vostro profilo per aiutarlo a migliorarsi.

Se scendete ancora in basso, trovate il settore Notifications: potete scegliere se ricevere un'email quando gli altri utenti commentano i vostri post; ricevere un'email quando qualcuno vi menziona in un post; ricevere un'email quando qualcuno comincia a seguirvi; ricevere un'email quando un utente accetta il vostro invito; ricevere un'email quando Ello lancia qualche aggiornamento. Passiamo alla categoria NSFW: qui deciderete se postare o vedere contenuti per adulti, personalmente abbiamo selezionato No, voi fate come più vi aggrada. L'ultima sezione è quella che vi permette di cancellare il vostro account su Ello.

Ultima icona accanto all'ingranaggio è quella con tre righe parallele: cliccatela e visualizzerete a tutto schermo solo i post, ricliccatelo e comparirà nuovamente la colonna di sinistra con le opzioni. Questa cosa ovviamente non c'è su smartphone: se fate un tap verso sinistra a partire dalla homepage, andrete nelle diverse opzioni, se fate un tap verso destra andate nella pagina dove potete scrivere il vostro nuovo post. Nella versione da computer, invece, potete scrivere il post dalla homepage (post che potete condividere e commentare), in alto vedrete la vostra foto di profilo con accanto scritto "Say Ello", cliccateci sopra e scrivete. Ancora due dettagli: in fondo alla homepage troverete suggerimenti su come utilizzare Ello e anche i profili consigliati dal social network, mentre in alto accanto alla scritta Ello Beta e About trovate Feature, cliccateci e verrete indirizzati in una pagina dove trovate elencate tutte le feature aggiornate e quelle inserite nei prossimi roll out.

Tutto qui, al momento non c'è altro. Diciamo che non mi ha entusiasmato molto, va bene la semplicità d'utilizzo, ma questa grafica è veramente troppo scarna e anche a livello di feature non è che si possa fare poi molto oltre a scrivere e commentare.

Ello Social Network: cos'è e come funziona


Ello social network

24 novembre 2014

Prima di tutto un po' di cronistoria: Ello è un social network gratuito creato da Paul Budnitz e Todd Berger nel marzo 2014, quindi è recentissimo. E' nato con lo scopo di fornire un'alternativa ai ben più blasonati Facebook e Twitter, facendo dell'anonimato il suo cavallo vincente. O meglio: Ello non ti obbliga ad utilizzare i nomi reali come fa Facebook per esempio, il che permette agli utenti di usare tranquillamente degli pseudonimi. Cosa che può fare piacere ad alcuni utenti, ma che molti trovano superflua, tutto dipende da come decidiamo di usare i social network.

La filosofia di Ello al momento è molto semplice: mai vendere i dati degli utenti a inserzionisti o terzi; mai mostrare annunci pubblicitari; non applicare la politica del nome reale. Ello ha raggiunto la ribalta all'incirca nel mese di settembre 2014, quando la comunità LGBT si è scagliata in massa contro la decisione di Facebook di obbligare tutti a usare il proprio nome reale: ci sono stati incontri, scuse pubbliche, Facebook che ha continuato imperterrito sulla sua strada. Ma quello che ci interessa è che una piccola parte di utenti ha deciso di migrare da Facebook verso Ello, solamente per il fatto che su quest'ultimo era possibile usare uno pseudonimo.

Ora, potremmo dibattere per ore sul fatto che sia più o meno doveroso utilizzare sui social network il proprio nome reale: francamente non vedo dove stia il problema, tuttavia posso capire che chi ha un alter ego magari a scopo ludico magari a scopo lavorativo, voglia evitare che il proprio nome reale venga associato a quel determinato alter ego. Anche se probabilmente conoscono tutti la tua vera identità. Posso anche capire che un Facebook per tutelare la sicurezza degli utenti ed evitare troll, bulli e molestatori voglia che l'utente ci metta la faccia quando si iscrive sulla piattaforma.

Ma di questo temo che potremmo parlarne per ore e ore senza raggiungere nessuna soluzione. Al momento Ello è attivo negli Stati Uniti, mentre in Italia sta arrivando gradualmente la versione beta a cui si può accedere però solamente tramite invito. Fondamentalmente su Ello si può fare ciò che si poteva fare su Facebook sette anni fa, quando il social network di Mark Zuckerberg era ancora agli esordi: potete rimanere in contatto con i vostri amici che già sono sul social network, cercarli, cercare utenti con gusti simili ai vostri, invitare i vostri amici a far parte della community di Ello, scrivere post, commentarli, condividerli e basta. Già, non è che su Ello si possa fare molto di più: pare che i realizzatori abbiamo in mente di inserire progressivamente una lista di feature per abbellirlo un po', perché ora come ora è piuttosto scarno dal punto di vista delle funzioni. Diciamo che Ello al momento piace per via della possibilità di non usare il nome reale, se dovessimo valutarlo solamente dal punto di vista delle feature e della grafica ci sono tanti altri social network che potremmo utilizzare al posto suo.

Foto | Screenshot da Ello

Si ringrazia per la collaborazione lo smartphone di Patrizia Chimera.

  • shares
  • Mail