I pericoli nascosti di chi lavora nell'Information Technology


So che molti tra i nostri lettori lavorano nel settore Information Technology. Un simpatico post del blog di Debugreality fa un elenco dei pericoli nascosti di queste professioni. Diciamo subito una cosa, lavorare negli IT di solito è divertente. Nella maggior parte dei casi vedi cose che gli altri impiegati non possono vedere, puoi vestirti come ti pare (e la cosa non è indifferente nel caso di multinazionali, banche o assicurazioni che obbligano al "cappio" della cravatta) e se ai piani alti hanno un po' di cervello, puoi cercare di renderti utile proponendo innovazioni tecnologiche di primo livello. Vediamo invece alcuni lati negativi, spesso sconosciuti ai colleghi degli altri reparti dell'azienda.

Esaurimento mentale. Per l'intensa natura dei lavori nell'IT, è necessario essere sempre concentrati per evitare quegli errori che possono impattare su mezza azienda. Nello stesso tempo bisogna essere aperti a tutte le novità del settore, che come sapete non sono poche. Se non siete dei passacarte, e volete fare bene il vostro lavoro, è possibile che alla fine del vostro orario di lavoro sarete KO. La cosa è deleteria quando si ripete tutti i giorni. Il consiglio è di non lavorare costantemente "overoclockati", se potete.

Pessima salute. L'uomo non è fatto per stare seduto tutto il giorno davanti ad un monitor, ma neanche per entrare/uscire dalla sala macchine con lo sbalzo di temperatura che tutti in estate conosciamo bene. Ma non finisce qui. Chi lavora in IT spesso è costretto ad orari che variano a seconda dei problemi, con il risultato che si mangia e si beve quello che si trova, siano le 11 di sera o le 3 di notte. Per tenervi un po' su di tono, evitate di consumare la pausa pranzo davanti al monitor e di bere troppo caffè delle macchinette: se riuscite fatevi un passeggiata, anche se si tratta di girovagare in mezzo al parcheggio aziendale.

Il computer non è il vostro migliore amico. Questo è spesso sottovalutato: quante ore di vita sociale vi toglie il pc? Non sarebbe meglio uscire e andare a prendere un bell'aperitivo con quelli del commerciale piuttosto che continuare a chattare via Skype con i colleghi delle altre sedi? "Spegnete" i soliti contatti e cercate di uscire con persone che non si occupano di IT ne a livello professionale ne a livello amatoriale, vi farà bene.

Stress. Qui sfondiamo una porta aperta. C'è lo stress di chi dai piani alti vi chiede vi fare qualsiasi cosa senza darvi i mezzi, c'è lo stress derivato da dover prendere ordini da chi confonde l'XML con l'XLS, e quello di dover passare il tempo a tappar buchi semplicemente per la negligenza e l'inettitudine altrui. E lo stress continua anche dopo l'orario lavorativo, con schiere di famigliari, amici, e amici di amici che vi telefonano o peggio bussano direttamente alla vostra porta, perchè il loro computer è andato in "tilt". E non importa che voi siete il Dio dei mainframe, perchè per loro siete semplicemente quello che "lavora nei computer".

Mi fermo qui, ma penso che qualcuno di voi si sia riconosciuto almeno in una di queste situazioni. Per una volta, se volete, usate i commenti per un sano sfogo collettivo nei confronti di chi non ci apprezza e di chi proprio non arriva a capire quanto sia importante il lavoro dell'Information Technology.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
36 commenti Aggiorna
Ordina: