Skinput: Microsoft Surface è il proprio corpo

Skinput

Non so ancora se Chris Harrison – un appassionato di elettronica certamente sui generis – sia un folle, un visionario oppure un genio: quel che è certo è che qualcuno ha preso i suoi esperimenti molto sul serio. Sto parlando di Microsoft Research, che gli ha affiancato due interni (Dan Morris e Desney Tan) per lo sviluppo di Skinput.

Quest'ultimo è un progetto ambizioso di controllo dell'input attraverso la pelle: attraverso un proiettore "bio-acustico" da indossare sul braccio si possono proiettare dei pulsanti interattivi sulla mano – come sull'avambraccio – per inviare comandi a un terminale. Essendo palese il coinvolgimento di Redmond è logico pensare subito a Microsoft Surface.

La tecnologia alla base di Skinput è concepita per non essere intrusiva (stiamo sempre parlando di pelle umana) o, nociva per la salute dell'uomo: le specifiche saranno complete entro il prossimo 12 aprile al CHI 2010, ma perché arrivi effettivamente al grande pubblico potrebbero volerci alcuni anni — ammesso che sia ritenuto davvero commercializzabile.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: