Secondo un sondaggio della BBC, Internet è un diritto fondamentale dell'uomo



La BBC ha svolto un sondaggio su 27.000 individui, sparsi su 26 differenti nazioni. La domanda alla quale il campione avrebbe dovuto rispondere è la seguente: "Internet dovrebbe essere un diritto fondamentale?".

Non dovrebbe meravigliare nessuno, tranne i politici italiani e qualche altro loro collega particolarmente retrò, il fatto che la risposta sia stata pressoché unanime: l'80% degli intervistati ha dichiarato che sì, Internet va considerato ormai alla stregua di un diritto inalienabile, da sancire costituzionalmente.

Non è una dichiarazione esagerata, questa, se si considera che già due paesi come l'Estonia e la Finlandia hanno stabilito per legge che l'accesso a Internet debba essere garantito a tutti i loro cittadini.

A questo punto, la prima domanda che viene in mente, riguarda i paesi che censurano Internet, come la Cina: stanno facendo ancora peggio di quello che sembra, quando bloccano interi domini per i loro cittadini? La seconda, riguarda la pirateria informatica: fin dove si può spingere il diritto di abusare, al limite di commettere reati, esercitando un diritto della persona, come Internet è considerato, senza che azioni dei governi cerchino di "prevenire" quei reati?

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: