Mark Zuckerberg, l'AMA su Facebook: download di Messenger, The Social Network e altro

Il download di Facebook Messenger sarebbe stato imposto per ottimizzare le prestazioni delle app di Facebook.

mark-zuckerberg-ama

Nella giornata di ieri, si è tenuta su Facebook una sessione di AMA (Ask Me Anything) video, all'interno della quale Mark Zuckerberg ha risposto ad alcune domande postegli direttamente dagli utenti. Il filmato può essere visto online nella sua completezza, ma noi andiamo naturalmente a estrarre i suoi punti principali.

In realtà, come ci ricorda The Next Web, le sessioni di questo tipo sono una realtà interna a Facebook da anni, ma si tratta di fatto della prima volta che il social network permette ai propri iscritti di partecipare: insieme a Mark Zuckerberg, appaiono anche Sheryl Sandberg e altri membri della dirigenza per rispondere alle varie domande.

Facebook Messenger


Tra le domande più curiose troviamo quella relativa al download forzato di Facebook Messenger, reso un obbligo sulla versione mobile del social network per comunicare coi propri amici:

"La prima cosa che voglio fare è riconoscere che chiedere a tutti nella nostra comunità d'installare una nuova app è una grande richiesta. Crediamo veramente che questa sia un'esperienza migliore e che la messaggistica sia veramente importante. Ogni app può fare una sola cosa bene."

A quanto pare, dunque, separando le due applicazioni Facebook avrebbe fatto in modo di ottimizzare le loro prestazioni, assegnando a entrambe compiti separati di cui occuparsi.

The Social Network


Seconda domanda particolarmente spinosa per Zuckerberg è stata quella dedicata al film The Social Network, all'interno del quale il fondatore del social network non passa proprio da gentiluomo. Quanto è accurato?

"Ho lasciato tutto questo fuori. Era un'esperienza molto interessante, apparentemente sulla mia vita. La verità è che scrivere codice e costruire un prodotto non è così emozionante."

Secondo Zuckerberg, inoltre, lo staff al lavoro sul film avrebbe collezionato alcuni dettagli per farli corrispondere alla realtà, come gli spazi all'interno del suo ufficio, andando invece a modificare altre cose:

"Hanno semplicemente costruito una serie di cose che ho trovato dannose."

Tra le altre domande, ne troviamo anche una sulle funzionalità di Facebook non ancora pubblicate, o su cui il social network è dovuto ritornare in passato: è questo il caso citato da Mark Zuckerberg, che ha ricordato il nuovo design del feed notizie pubblicato nel 2013. Secondo il CEO di Facebook, esso era disegnato per funzionare su monitor più grandi di quelli che le persone avevano, costringendo quindi queste ultime a vedere scomodamente una singola notizia per volta sullo schermo.

Pur ritenendolo una soluzione valida, Facebook ha dovuto fare marcia indietro e tornare alla versione precedente del newsfeed.

  • shares
  • Mail