Facebook lancia un'iniziativa per combattere Ebola

Facebook promuoverà iniziative di beneficienza per combattere contro l'ebola nei paesi dell'Africa occidentale, e per indurre l'utenza a donare alle organizzazioni di healthcare che affrontano l'emergenza.

Iniziative di beneficienza contro ebola da Facebook

“Coming together to fight ebola”, ovverosia “Assieme per combattere l’ebola” è il titolo di un’iniziativa lanciata in queste ore da Facebook. Il social network per eccellenza pare cavalcare gli entusiasmi filantropici del suo CEO-fondatore Mark Zuckerberg allo scopo di lasciare un’impronta positiva sul mondo, un’impresa possibile viste le tasche quasi inesauribili del suo budget.

Mark Zuckerberg dona 25 milioni contro ebola

“La gente guarda a Facebook in tempi di crisi, per capire cosa succede e condividere le proprie esperienze con gli altri” dice il comunicato pubblicato oggi.

L’iniziativa è tripartita, e comprende un meccanismo per fare donazioni facili a no-profit sanitarie super qualificate, una collaborazione con UNICEF per l’educazione sanitaria e per finire l’istituzione di un network di comunicazione vitale per il personale medico sul campo in Guinea, Liberia e Sierra Leone.

Lo sforzo di Facebook è dedicato a combattere Ebola dove è effettivamente un’emergenza sanitaria, in particolare nei paesi dell’Africa occidentale. Durante la prossima settimana vi potrebbe capitare di vedere un banner come quello presentato nell’immagine in cima all’articolo che consentirà di donare aiuti alle organizzazioni impegnate a contenere ebola: International Medical Corps, American Red Cross e Save the Children sono quelle selezionate, ma non sappiamo se ci saranno differenze quando (e se) questa campagna verrà estesa qui in Europa. Ovviamente Facebook non trattiene percentuali e passa l’importo totale alle organizzazioni.

La collaborazione con UNICEF consiste in messaggi che promuovono la cultura e la prevenzione dalle malattie nei paesi colpiti dal contagio.

Per finire il network di comunicazioni, creato assieme a NetHope, consisterà in una rete di 100 terminali di connettività mobile che verranno installati nelle zone ad alto rischio.

  • shares
  • Mail