Diritto a essere dimenticati, polemiche per i meeting del comitato di Google

Paul Nemitz del Dipartimento di Giustizia della Commissione Europea critica i meeting organizzati da Google.

diritto all'oblio di google

In occasione del meeting organizzato a Bruxelles come parte del ciclo d'incontri dedicati al diritto a essere dimenticati, un'importante critica è stata rivolta a Google, proprio per l'istituzione del comitato che include Jimmy Wales, Sylvie Kauffmann e Frank La Rue.

A pronunciarsi in modo sfavorevole è stato Paul Nemitz, capo dell'area Fundamental Rights and Citizenship per il Dipartimento di Giustizia della Commissione Europea: in particolare, a suo dire i meeting sarebbero stati volti principalmente a creare un fronte comune che vada contro le decisioni dell'Unione Europea, in materia di protezione dei dati personali.

"A Bruxelles siamo naturalmente abituati ad attività di lobby di successo, e come alcuni hanno fatto notare questi incontri potrebbero essere in parte uno sforzo in buona fede di trovare soluzioni pratiche al problema, ma in parte naturalmente potrebbero essere manifestazioni passivo-aggressive contro le nostre regole sulla protezione dei dati e sulla nostra giurisprudenza."

Ricordiamo che l'Unione Europea aveva stabilito a maggio che i motori di ricerca sono obbligati a rimuovere contenuti ritenuti "inadeguati, irrilevanti, o non più rilevanti": in seguito a questo, Google ha creato il suo consiglio di saggi per affrontare il problema, ottenendo anche un report dettagliato nel prossimo mese di gennaio.

In sostanza, gli incontri potrebbero far parte di uno sforzo complessivo volto a ottenere il favore dei cittadini, spingendoli contro l'Unione Europea: dello stesso avviso anche Johannes Caspar, garante tedesco per la protezione dei dati.

Via | Reuters.com

  • shares
  • Mail