"Tutte le Tesla hanno già l'autopilota", Elon Musk presenta i suoi veicoli autonomi, ma non sono una rivoluzione

Le Tesla non sembrano molto più avanti di tutte le altre case automobilistiche nel campo delle auto robotizzate in grado di guidarsi da sole.

Tesla ha presentato per bocca del suo CEO Elon Musk il suo set di sensori, elettronica ed equipaggiamento per la guida senza pilota: “Siamo riusciti ad aumentare la nostra velocità e portarlo sul mercato prima del previsto. Di fatto ogni auto che esce dalla fabbrica di Tesla ha l’hardware corretto per l’autopilota”. Sono passati pochi giorni dal lancio della Model S P85D, che arriverà sul mercato a febbraio.

Effettivamente, però, quello che Musk ha presentato non è del calibro dei famosi esperimenti di Google per le auto che si guidano da sole, stiamo piuttosto parlando di sistemi robotizzati di assistenza alla guida, di guida in autostrada e di parcheggio e uscita dal parcheggio automatici. All’inizio dell’estate siamo andati a parlare con Mercedes della condizione delle loro ricerche in merito e ci siamo trovati di fronte esattamente allo stesso tipo di tecnologia, con progetti per fare di meglio, per portare la fantascienza direttamente dietro al nostro volante.

BzkGAs6CIAA0d8C

Tesla oggi forse ha i sistemi di assistenza alla guida più avanzati sul mercato, ma si tratta di un vantaggio microscopico: le nuove Model S possono cambiare corsia in autostrada grazie a radar, sonar a 360° e videocamere, hanno il cruise control dinamico, possono accelerare, frenare, manovrare il volante o assistere il pilota nelle manovre di emergenza, leggere i cartelli stradali (e rispettarne le indicazioni), leggere la segnaletica orizzontale, possono parcheggiarsi da sole, anche in garage, e uscirne da sole per venirvi a prendere.

Certo, questo è un passo importantissimo nella direzione delle auto che si guidano completamente da sole - e dato che i robot hanno riflessi migliori degli esseri umani, è anche un progresso nella sicurezza su strada. Ma viene da pensare che le auto di Mercedes, Audi, BMW e Lexus possono fare cose del genere da anni, oppure sono intenzionate a coprire il terreno mancante per ottenere queste tecnologie in meno di un anno.

Per una volta, insomma, Silicon Valley non sembra essere davanti alle “vecchie” industrie, e le auto che si guidano completamente da sole sembrano piuttosto lontane, forse anche a dieci anni di distanza da noi. Sempre che i legislatori riescano a trovare un modo di comprenderle, permetterle e regolamentarle.

Via | Slashgear

  • shares
  • Mail