Kevin Lynch di Adobe si difende dalle critiche di Steve Jobs

Kevin Lynch di Adobe si difende dalle critiche di Steve JobsQuello che nella foto qui di fianco sembra nell'atto di dire un Padre Nostro è Kevin Lynch, CTO di Adobe sceso in campo per difendere la sua società dagli attacchi di Steve Jobs, che nel dettaglio aveva definito l'azienda pigra nel (non) supportare adeguatamente Flash, di cui ricordiamo l'iPad sarà sprovvisto come ormai da tradizione per gli ultimi prodotti Apple.

Secondo Lynch Adobe sarebbe praticamente pronta a fornire a iPhone e simili il supporto per la visualizzazione delle animazioni Flash, ma non avrebbe ancora ricevuto da Apple la collaborazione necessaria a condurre l'operazione in porto: con la versione 10.1 di Flash per smartphone (a breve disponibile) la tecnologia sarà compatibile con Android, Blackberry, Nokia e Palm Pre.

Per quanto riguarda l'auspicio di Jobs che HTML5 possa presto soppiantare Flash, il CTO di Adobe sostiene che i suoi problemi di compatibilità tra i vari browser potrebbero minare seriamente la stabilità di Internet per quanto riguarda i video, riportando il web al "Medioevo" in cui per la visualizzazione dei filmati c'era da lottare contro l'assenza di standard ben definiti.

Via | Techcrunch.com

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: