Google lancia nuovi formati per la pubblicità mobile

Nuovi formati per le pubblicità mobile in arrivo da Google: ecco le novità

nuovi formati pubblicitari google

Parliamo da sempre di Google Adsense e sappiamo bene che è uno dei motivi principali per cui Google è ancora in piedi: il servizio, infatti, porta fior fior di miliardi nelle casse dell'azienda e ad oggi, anche se Facebook non sta certo a guardare, è sicuramente il modo migliore per monetizzare con un blog (a meno che non veniate contattati da qualche buona concessionaria adv e lì sì che i vostri ricavi arriveranno alle stelle: ma questo è un altro discorso).

L'altra faccia di Adsense è Google AdWords, nel senso che, se Adsense è stato programmato per gli editori, AdWords lo è stato per gli inserzionisti: io azienda decido di creare dei banner e mi muovo tramite AdWords per far sì che questi annunci vengano diffusi sui blog che hanno Adsense. Ebbene, oggi Google ha annunciato che arriveranno nuovi formati pubblicitari per il mondo mobile e che tali formati saranno perfettamente reattivi: ciò vuol dire che si adatteranno a tutti i display.

I nuovi formati per la pubblicità online


In realtà, non è una cosa che non sapevamo: alcuni blog erano stati scelti come tester, tant'è che avevano delle pubblicità diverse da quelle di tutti gli altri. Tra non molto, però, i risultati di questo test si vedranno chiaramente: gli inserzionisti potranno scegliere nuovi formati e quindi anche i blogger potranno cercare di monetizzare al meglio (anche se, per fare questo, servirebbe una piattaforma Google Adsense specificamente sviluppata solo per il mondo mobile). Vediamo i quattro tipi di formati pensati da Google:


  • Engagement Act, indirizzati ai grandi marchi e ridimensionati per ogni schermata: si contraddistingueranno per il coinvolgimento;

  • Annuci video per AdMob: TrueView Ads, che sarà mostrato ai consumatori solo se loro vorranno (il pagamento, ovviamente, scatterà, quando un utente deciderà di non ignorare l'annuncio);

  • Anchor ad format: compare nella parte inferiore dello schermo e resta ancorato al fondo dello schermo per tutta la durata della sessione, almeno fino a quando l'utente non deciderà di non vederlo più;

  • Magazine Style text ad format: il testo dell'annuncio diventa simile a quello di una rivista.


L'obiettivo di Google è quello di arrivare a una maggiore interazione con l'utenza

: i nuovi formati saranno disponibili su Google Display Network, AdMob Network e DoubleClick e saranno non solo perfettamente adattabili alle dimensioni dei display mobile ma anche convertiti in formato HTML 5 quando il formato Flash non sarà supportato; oltretutto - come abbiamo visto -, in alcuni casi sarà possibile integrare anche più applicazioni: un netto miglioramento, insomma. Non appena avremo altre informazioni, vi aggiorneremo tempestivamente.

Via | Venture Beat

  • shares
  • Mail