Instagram bloccato in Cina per i disordini a Hong Kong?

I recenti disordini a Hong Kong potrebbero aver portato al blocco di Instagram in Cina

instagram

Al momento a riportare la notizia è soltanto Engadget, che si rifà, tra l'altro, a Twitter: non abbiamo comunque motivo di dubitare che Instagram sia stato bloccato in Cina, visto che a Honk Kong la situazione sta precipitando e il governo potrebbe aver deciso tranquillamente di evitare che immagini e video si diffondano tramite il social network di Mark Zuckerberg (uno tra i pochi - lo saprete senz'altro - che ha resistito alla censura della politica).

Approfondisci: cinque casi di censura 2.0 in Cina

Engadget scrive chiaramente che diversi siti riferiscono che è stato bloccato l'accesso a Instagram proprio per ragioni politiche e che ha cercato di mettersi in contatto proprio con il team responsabile del social network per capire come stanno realmente i fatti; non ha ancora ricevuto risposta, anche se ha più volte fatto intendere che "la Cina continuerà a comportarsi così fino a quando le proteste continueranno e non sarà sorprendente il fatto che questo divieto potrebbe diventare permanente".

Instagram bloccato in Cina


Abbiamo dato un'occhiata anche a Blockedinchina per verificare se Instagram sia stato davvero bloccato oppure no nel territorio e pare proprio di sì: come potete vedere seguendo questo link, il social network è praticamente bloccato in tutte le province. Non appena sapremo altro, ovviamente, non mancheremo di aggiornarvi.

Via | Engadget

  • shares
  • Mail