Microsoft presenta Windows 10

Microsoft ha presentato ufficialmente Windows 10. Ecco tutti i dettagli.

L'evento di presentazione è cominciato al meglio. Terry Myerson ha sorpreso tutti - e c'è da giurare che da domani il web sarà invaso da meme che derideranno questa decisione - e ha annunciato che la nuova versione del sistema operativo di Redmond si chiamerà Windows 10. Sì, avete capito bene: non Windows 9, ma davvero Windows 10.

Frenate le risate, per quello ci sarà tempo più tardi. Myerson non ha dubbi, Windows 10 sarà accomunerà tutti i dispositivi dell’azienda, dai desktop all’universo mobile: un’unica famiglia, una sola piattaforma e un unico store. Si tratta di un sistema operativo che punta a mettere d’accordo tutti, dall’utente singolo all’azienda, strizzando l’occhio anche a tutte quelle aziende che sono ancora legate a Windows XP e al momento non sembrano avere intenzione di aggiornarsi.

La versione svelata nel corso dell’evento, è bene precisarlo, è ancora in una fase embrionale di sviluppo. C’è il pulsante Start, come abbiamo visto più volte in queste ultime settimane, e ci saranno elementi in arrivo sia da Windows 7 che da Windows 8. La ricerca è stata sensibilmente migliorata, in grado di fornire risultati sia dal web che dalla macchina in cui il sistema operativo è installato.

Le applicazioni, va da sé, saranno universali: la stessa versione andrà bene sia per desktop che per i dispositivi portatili. E, come già vociferato, potranno essere lanciate anche all’interno di finestre, non più solo nella fastidiosa modalità a schermo intero. Nessuna sorpresa, insomma, almeno su questo fronte.

Windows 10 è stato pensato anche per il multitasking. Da qui la decisione di introdurre i desktop virtuali che renderanno gli utenti più produttivi rispetto al passato. La Charms Bar resta, anche se è stata migliorata pensando sia agli utenti che utilizzano ancora mouse e tastiera sia per gli utenti touch.

Microsoft ha rinnovato anche la schermata di Start, che ora affiancherà i classici tile a cui Windows 8 ci aveva abituato a una serie di scorciatoie che faranno felici anche gli utenti più classici.

Una prima versione di Windows 10, la Technical Preview, sarà disponibile nelle prossime ore per desktop e computer portatili, mentre quella per i server arriverà in seguito, così che uscirà più in là quella per i dispositivi mobili. Trattandosi di un sistema operativo ancora in fase di sviluppo, Microsoft ha bisogno di tutti i feedback possibili.

Windows 10 sarà anche al centro della prossima conferenza Build di Microsoft, dove verrà svelato in una veste più aggiornata e completa. La data di uscita non è ancora stata annunciata: l’azienda ha però confermato che arriverà negli ultimi mesi del 2015.

Nessuna informazione nemmeno sugli incentivi per gli utenti di Windows 7, Windows 8 o Windows XP, né indicazioni sull’eventuale prezzo di commercializzazione. Insomma, Microsoft sembra ancora in alto mare, forse avrebbe fatto meglio ad attendere ancora qualche mese invece di mettere in piedi una presentazione intima e per nulla esaustiva come questa.

in aggiornamento

30 settembre 2014 - Il grande giorno è arrivato. Oggi, alle 19 ora italiana, Microsoft svelerà a San Francisco il nuovo sistema operativo destinato a mandare in pensione Windows 8. Le indiscrezioni si susseguono ormai da mesi e se molto viene dato per certo, confermato dai tanti video pubblicati nelle ultime settimane, c’è ancora qualche dubbio sul nome scelto da Microsoft. Semplicemente Windows 9?

Curioso che l’azienda abbia deciso di evitare lo streaming, tenendo così l’evento a porte chiuse per i giornalisti invitati a San Francisco, ma come accade spesso in questi casi le notizie più succulente non tarderanno ad arrivare.

Si parlerà senza dubbio della nuova barra del sistema operativo al pulsante Start, dai desktop virtuali a Cortana, l’assistente vocale di Redmond, che secondo le ultime indiscrezioni potrebbe arrivare a sostituire Bing nel nuovo Windows 9.

Non mancheremo di aggiornarvi, a partire dalle 19 di oggi, con tutte le novità in arrivo da San Francisco.

Gratuito per chi possiede una copia di Windows 8?

Mancano ormai poche ore alla presentazione ufficiale di Windows 9 e le ultime indiscrezioni prima dell’evento di Microsoft si sprecano. L’ultima in ordine di tempo riguarda il prezzo del nuovo sistema operativo dell’azienda di Redmond.

Secondo voci sempre più insistenti, Microsoft sarebbe finalmente pronta a distribuire gratuitamente la nuova versione di Windows per tutti gli utenti in possesso di una copia di Windows 8 o successivi, seguendo la strada spinata da Apple con Mac OS X 10.9 Mavericks.

Era stata la stessa Microsoft, qualche mese fa, a rivelare che in futuro avrebbe abbandonato la politica degli aggiornamenti a pagamento e sembra proprio che Windows 9 farà da trampolino di lancio. A dare man forte all’indiscrezione ci ha pensato il quotidiano indonesiano Detik, secondo il quale Andreas Diantoro, il presidente di Microsoft Indonesia, avrebbe confermato la distribuzione gratuita dell’ultima versione del sistema operativo.

windows-9-desktop-virtuali

Diantoro ha confermato anche che Windows 9, proprio come accade con Mac OS X, sarà scaricabile direttamente da Microsoft e installabile in modo estremamente semplice, come un qualunque aggiornamento di sistema.

Secondo voci di corridoio che saranno confermate o smentite domani, nel corso dell’evento di Microsoft dedicato a Windows 9, l’azienda avrebbe messo a punto anche un’offerta rivolta agli utenti che sono ancora fermi a Windows XP, ormai senza supporto da mesi. Non sembra affatto incredibile: rendere disponibile anche per loro un aggiornamento gratuito costituirà senza dubbio un incentivo importante.

Via | BGR

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: