ACDSee, nuovo update importante per il software di editing fotografico su Windows

ACDSee è un rivale per tutti i programmi di manipolazione fotografica e merita sempre una certa attenzione con le sue nuove uscite.

ACDSee 18 e ACDSee Pro 8 funzioni e caratteristiche

Qualche anno fa ACDSee era un nome molto comune e ben noto su Windows, un’app davvero popolare per l’editing grafico e fotografico. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti, ci sono meno PC in giro e gli utenti amano più altri strumenti fotografici immediati e facili, come lo smartphone, ma ACDSee non è caduto nel dimenticatoio e ha continuato a svilupparsi. A dire il vero ci sono due ACDSee, ACDSee 18 e ACDSee Pro 8, uno orientato verso i consumer, l’altro verso i professionisti.

Come spesso capita con le app per la manipolazione delle immagini, si tratta di programmi troppo vasti per essere illustrati sinteticamente, quindi ci dobbiamo limitare a esaminare le novità presenti nelle nuove versioni, che per adesso si limitano al sistema operativo di Microsoft.


  • Pixel Targeting: nuovo tool per aggiustare l’immagine con precisione a livelli dei pixel
  • Pica View: display integrato nel menù contestuale dello stesso Windows per il preview delle immagini senza lanciare l’applicazione
  • Auto Lens: applicazione non distruttiva di filtri
  • Auto EQ e one step EQ per la regolazione dell’esposizione
  • Smart Indexer esamina le immagini, crea folder e prende nota della cronologia delle nostre immagini mentre il nostro PC è senza task gravosi
  • Edit Mode Fill Tool è una sorta di pennello intelligente per modificare i pixel con il colore di sfondo
  • I filtri possono essere applicati con il pennello
  • Edit Mode History Window è una cronologia che ricorda molto quella di Photoshop
  • SeeDrive è un tool per gestire le immagini caricate online.

ACDSee costa $200 per la sua versione Pro e $80 per quella normale, con gli upgrade a $40.

Via | ACDSee

  • shares
  • Mail