Google, le richieste di dati dai governi sono aumentate del 150%

Google svela quanto sono aumentate nel corso del tempo le richieste dei dati personali degli utenti da parte dei Governi.

GTR-Google2014


L’ultimo Transparency Report di Google, pubblicato poche ore fa a questo indirizzo, si concentra sul numero di richieste delle informazioni personali degli utenti fatte dai governi all’azienda di Mountain View a fini investigativi nella prima metà del 2014.

L’aumento è eclatante: considerando le richieste inviate nella seconda metà dello scorso anno, questi primi sei mesi hanno fatto registrare un aumento del 15%, ma se si considerano gli ultimi cinque anni, il numero è salito complessivamente del 150%.

Gli Stati Uniti sono in testa. L’aumento negli ultimi sei mesi è stato del 19%, mentre considerando l’ultimo lustro le richieste sono aumentate del 250%.

E l'Italia?

Se da gennaio a giugno 2014 gli USA hanno dominato per numero di richieste - 12.539 - l’Italia non è da meno. Siamo al sesto posto con 1.108 richieste dopo Germania, Francia, India e Regno Unito. Un piccolo record per il nostro Paese, che mai dal 2009 ad oggi aveva presentato così tante richieste.

GTR-Google2014-2

Google, nel pubblicare questi dati, ribadisce ancora una volta l’esigenza di una regolamentazione chiara e trasparente:

I governi hanno un ruolo legittimo e importante nella lotta contro il crimine e nelle indagini sulle minacce alla sicurezza nazionale. Per mantenere una fiducia del pubblico nei governi e nella tecnologia abbiamo bisogno di una riforma legislativa che assicuri una trasparenza nei poteri di sorveglianza, ragionevolmente controllati dalla Legge e soggetti a un controllo indipendente.

Qualcosa comincia a muoversi, gli utenti stanno iniziando a far sentire la propria voce e dagli Stati Uniti stanno arrivando le prime proposte di Legge. Che la svolta sia vicina?

Via | Google Public Policy

  • shares
  • Mail