4chan: cosa è e come funziona il social network anonimo

4chan è un'imageboard anonima, dov'è possibile postare senza creare account.

4chan

Con la pubblicazione delle foto private di numerose celebrità avvenuta in queste ore, 4chan ha ottenuto (se ce n'era bisogno) rinnovata visibilità, facendo sì che coloro i quali conoscono meno Internet e i suoi magnifici luoghi si chiedessero cosa realmente è questo sito dove magicamente sono appare immagini che ritraggono Jennifer Lawrence, Kate Upton e altre donne famose così come le loro madri le hanno fatte.

Lanciato il 1 ottobre 2003, 4chan si presta a tutto ciò per un semplice motivo: si tratta infatti di un forum di stampo abbastanza classico, con la particolarità di essere completamente dedicato alle immagini. Su di esso, ogni utente può aprire nuovi thread e commentare anonimamente, senza l'obbligo di crearsi un nuovo account per farlo e mantenendo così private le informazioni legate alla propria identità.

Una volta inviato un nuovo messaggio, questo appare in cima alla lista dell'apposita sottosezione: facile immaginare come su 4chan finiscano foto di ogni tipo, divise come dicevamo per categoria. Queste ultime sono linkate sull'homepage all'indirizzo www.4chan.org, dove accanto a manga e videogiochi è presente una corposa raccolta di sezioni dedicate a fotografie per adulti, così come quella "Varie ed eventuali": su quest'ultima è ricaduta la scelta per il leak delle foto private delle celebrità, messe online nella sottosezione Random, disponibile alla lettera /b. Una delle più "libere" e soprattutto senza regole, se non quelle globali di 4chan.

Come tanti altri siti web, anche 4chan deve la sua nascita a quello che nel 2003 era il quindicenne Christopher Poole: il nome è dovuto all'idea di Poole di creare un analogo americano al board 2chan giapponese, dove discutere anche in inglese dei contenuti che più lo appassionavano.

Dalla sua stanza da letto, Poole diede infatti vita alla piattaforma come luogo per discutere di manga e anime giapponesi, oltre che di videogiochi, ma la sua natura profondamente anonima ha poi contribuito a farne quello che è: un luogo dove compare tutto e più di tutto, finendo spesso col suo nome citato in crimini di vario tipo.

A 4chan si deve anche la nascita di molti meme, come rageguy e lolcat, affacciatisi per la prima volta nel 2005 sull'imageboard anonima e diventati poi una delle colonne portanti di Internet.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: