Gli inventori di Siri stanno sviluppando un AI che è in grado di imparare per conto proprio

Gli inventori di Siri sono al lavoro su una nuova intelligenza artificiale. Questa volta sarà in grado di imparare e crescere.

Viv,, assistente software intelligente in grado di imparare

Si chiamerà Viv e sarà molto più intelligente di Siri, o meglio, sarà più brava a sembrarlo, e soprattutto sarà più utile per gli esseri umani.

Questo nuovo software di intelligenza artificiale sta venendo sviluppato da un team di ingegneri chiamato VivLabs, una startup che fino all’articolo di Wired di oggi poteva definirsi tranquillamente “stealth”, ovverosia non annunciata. Non sono proprio novellini: i co-fondatori sono Dag Kittlaus, Adam Cheyer e Chris Brigham e tutti e tre hanno lavorato per Siri, che però definiscono “il capitolo uno di una storia più importante”.

LEGGI ANCHE: Google acquista Emu, instant messenger con intelligenza artificiale

Viv sarà molto diversa dalla sua progenitrice e forse anche dai suoi epigoni, come la famosa Cortana di Microsoft. Per prima cosa, sarà capace di imparare nuove operazioni, invece di subire passivamente gli input e la programmazione del team di ingegneri Apple. Viv è stata creata per essere un “agente intelligente”, un aiuto concreto agli esseri umani.

Viv,, assistente software intelligente in grado di imparare

L’obiettivo di VivLabs, insomma, è di creare un programma che - come un segretario in carne ed ossa - prevede i nostri desideri e necessità basandosi sui nostri comportamenti precedenti, sui dati accumulati e sulle statistiche. E per questo non sarà solo un assistente personale, sarà l’assistente personale “di tutti”, in grado di raggiungere una conoscenza condivisa. In poche parole deve essere un'AI su cloud, e la chiamano per questo un “global brain”, da cui si può attingere intelligenza artificiale come corrente da una presa. Beh, almeno finché hai una connessione internet decente, chiaro.

LEGGI ANCHE: Come funziona Cortana, la nuova assistente personale virtuale di Windows Phone 8.1

Se vi preoccupate di dare dei permessi a Facebook Messenger, allora voglio proprio vedervi di fronte a Viv: come un essere umano, Viv sarà in grado di accedere alle vostre app su tutte le vostre piattaforme per compiere operazioni come riservare voli intercontinentali, chiamare Uber, e cercare l’albergo più economico alle Canarie. E più utenti usano Viv, più lei diventerà intelligente.

Speriamo non diventi il nuovo Skynet, anche se c’è da dire che per passare da televisori, smartphone e PC al sistema di difesa missilistico il passo non è di certo breve.

Via | Wired

  • shares
  • Mail