Edward Snowden resterà in Russia: concesso il permesso di soggiorno

Edward Snowden è ora in possesso di un permesso di soggiorno triennale.

FRANCE-US-EU-SURVEILLANCE-SNOWDEN

Edward Snowden, whistleblower dal famoso Datagate, resterà in Russia per almeno tre anni. O almeno avrà la possibilità di farlo, visto che gli è stato concesso un permesso di soggiorno triennale.

A confermarlo è stato l'avvocato di Snowden, Anatoly Kucherena, secondo il quale Snowden potrà anche viaggiare all'estero, per una durata non superiore a tre mesi: in caso contrario, le autorità russe potrebbero decidere di revocare il permesso di soggiorno. L'avvocato ha inoltre fatto sapere che il proprio assistito non ha fatto richiesta di asilo politico, e non potrà chiedere la cittadinanza russa finché non avrà vissuto nella nazione per cinque anni.

Leggi anche: Snowden contro Dropbox, “È ostile alla privacy, usate piuttosto SpiderOak”

La concessione del permesso di soggiorno a Edward Snowden chiude così ogni dubbio sulla sua possibile destinazione, sorto alla luce della scadenza dell'asilo concesso temporaneamente un anno fa. Sarà lo stesso protagonista del Datagate a fornire eventuali dettagli, visto che il suo avvocato ha anticipato anche una conferenza stampa imminente.

Ricordiamo che il "viaggio" di Snowden in giro per il mondo risale al mese di maggio 2013, durante il quale si trasferì a Hong Kong per pubblicare i documenti riguardanti le attività di sorveglianza dell'NSA. Intenzionato a rifugiarsi a Cuba, rimase successivamente bloccato in Russia a causa della revoca del suo passaporto da parte delle autorità americane.

Approfondisci: Tutto sul Datagate, su Polisblog

Via | Rt.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail