Agenzia per la Sicurezza Nazionale USA, trafugati dati sugli impiegati

I dati privati di alcuni dipendenti dell'Agenzia per la Sicurezza Nazionale sarebbero stati trafugati.

Jeh Johnson Administers Oath Of Allegiance At Naturalization Ceremony In NYC

Una società che si occupa di verifiche sui trascorsi personali dei dipendenti dell'Agenzia per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti ha fatto sapere di essere stata vittima di un attacco hacker, aggiungendo nella propria nota di avere riscontrato i connotati di un'operazione condotta con l'ausilio di qualche nazione estera.

I dati trafugati alla US Investigations Services, con base a Falls Church, in Virginia, riguarderebbero proprio le informazioni personali degli impiegati del Department of Homeland Security, che nel frattempo ha annunciato di avere sospeso tutte le operazioni con la USIS in attesa di chiarire l'accaduto.

Leggi anche: Hacker russi rubano più di un miliardo di password e dati personali

L'FBI sarebbe infatti già al lavoro per indagare sull'attacco, insieme ad altre agenzie governative impegnate prima di tutto a identificare la portata e l'obiettivo reale dell'attacco hacker. Peter Boogard, portavoce del DHS, ha già fornito questo aggiornamento:

"A questo punto, la nostra analisi forense ha concluso che parte del personale del DHS potrebbe essere colpito, e come misura cautelare il DHS ha già consigliato a tutta la sua forza lavoro di tenere d'occhio i propri account finanziari per attività sospette."

Leggi anche: Gli hacker cinesi hanno rubato i segreti dell’Iron Dome israeliana

La USIS è una delle società più importanti operative nel suo campo: può infatti contare su 5.700 impiegati, operativi in tutti gli Stati Uniti con contratti di collaborazione con diverse autorità locali.

Via | Reuters.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail