Google non cancella l'immagine di Michelle Obama ritratta come una scimmia


Anche se naturalmente la Casa Bianca non ha rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale a riguardo, Google ha provveduto a modo suo a riparare al grave danno all'immagine di Michelle Obama compiuto dall'algoritmo di Ricerca Immagini.

Qual è il problema? Ricerca Immagini restituisce, nella prima riga di risultati con la chiave "Michelle Obama", un'elaborazione per cui Michelle è impersonata da una scimmia. L'effetto razzistico ha molto disturbato Google, che ha provveduto, come vedete nell'immagine sopra, a dotare la pagina di risultati di una sorta di disclaimer un po' raffazzonato in cui si afferma che "a volte i nostri risultati di ricerca possono essere offensivi".

Perlomeno, la democrazia trionfa anche quando ci ritorce contro i democratici stessi. Infatti, disclaimer o no, l'immagine è sempre lì, ben lungi dall'essere eliminata. Dio salvi gli algoritmi.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: